MotoGP, Honda: via Pedrosa, arriva Jorge Lorenzo

Pubblicato il autore: Mara Pesenti Segui


Jorge Lorenzo – Foto Getty Images © scelta da SuperNews


MotoGP.
E’ un martedì decisivo per il mercato piloti e per la composizione della griglia della stagione 2019. Dani Pedrosa ha ufficialmente annunciato la fine della sua permanenza nel team Honda, una decisione, stando a quanto riporta il pilota, presa di comune accordo e che vede il rapporto tra i due interrompersi dopo 18 anni.

<blockquote class=”twitter-tweet” data-lang=”it”><p lang=”en” dir=”ltr”>HRC and Dani Pedrosa to end partnership… <a href=”https://t.co/cjDAukUSkq”>https://t.co/cjDAukUSkq</a></p>&mdash; Repsol Honda Team (@HRC_MotoGP) <a href=”https://twitter.com/HRC_MotoGP/status/1003949390900363264?ref_src=twsrc%5Etfw”>5 giugno 2018</a></blockquote> <script async src=”https://platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

Immediatamente dopo l’annuncio sono iniziate le speculazioni su chi potesse andare ad affiancare Marc Marquez nella stagione 2019. Ma ecco che si verifica quello che in diversi avevano pronosticato: sarà Jorge Lorenzo a prendere il posto di Dani nel team HRC. Il maiorchino avrebbe già firmato un contratto biennale con la casa giapponese per circa 4 milioni di euro a stagione. Manca ancora l’annuncio ufficiale, ma è questione di poche ore. I contatti tra le due parti sono avvenuti durante il gran premio del Mugello, nel momento in cui Lorenzo aveva stroncato qualsiasi possibilità di permanenza in Ducati. La sua avventura con il team di Borgo Panigale non era iniziata nel migliore dei modi, un percorso in salita che l’ha visto faticare nelle retrovie senza trovare il giusto feeling con la moto, mentre il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso si giocava il titolo mondiale. Lo scorso weekend è arrivata finalmente la rivincita per il cinque volte campione del mondo, la prima vittoria in rosso. Ormai, però, i rapporti tra lo spagnolo e la Ducati erano già ai ferri corti come Jorge stesso ha dichiarato al termine della gara: “Rinnovare con la Ducati? Sfortunatamente è troppo tardi, senza pressione avrei potuto guidare meglio, se i pezzi che mi hanno dato in questa gara fossero arrivati sei mesi prima, i risultati positivi sarebbero arrivati molto prima. Gigi Dall’Igna ha creduto in me troppo tardi.”

Marc Marquez dal canto suo aveva dichiarato a inizio stagione di volere un pilota forte come compagno di squadra. Eccolo accontentato.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Moto GP Marc Maquez torna in pista: "Via libera dai medici"