Sei Ore di Roma 2018: vincono i fratelli Adrian e Manuel Zumstein. Enrico Bettera fa sua la Endurance 2.0.

Pubblicato il autore: Andrea Badiali Segui

Foto Getty Images© selezionata da SuperNews

La 6h di Roma 2018, 28esima edizione della storica gara di durata che si disputa sul circuito di Vallelunga, ha visto trionfare l’equipaggio composto da Adrian e Manuel Zumstein. Il duo svizzero, a bordo della bianca Mercedes AMG GT GT3 del team MDC Sports, ha ottenuto la vittoria sfruttando l’affidabilità complessiva del “pacchetto” vettura a cui i conduttori hanno saputo aggiungere un ottimo passo gara. In seconda posizione, a cinque tornate dai primi, è giunta la Mercedes gemella dell’equipaggio italiano composto da Stefano Pezzucchi e Marco Zanuttini. Per loro una 6 ore tribolata: dopo aver condotto le operazioni in testa, a partire dalla quarta ora, due forature a meno di trenta minuti l’una dall’altra e un’uscita di pista alla curva del Semaforo, suggeriscono ai portacolori del team Krypton Motorsport di non forzare ulteriormente il passo gara; questo consentirà ai due driver tricolori di conquistare il titolo 2018 nella categoria GT con il secondo posto di giornata. Terza, ad undici giri dalla vetta, la Ferrari 458 GT3 portata in pista da Maurizio Ceresoli e Satoshi Tanaka per i colori Composit Motorsport.
Quarto il primo e unico prototipo all’arrivo ossia la Norma M20 della LP Racing condotta dal titolare della scuderia, Luca Pirri, autore del best lap, coadiuvato da Niccolò Magnogni e Filippo Cuneo. Anche per questo trio una 6 ore agrodolce: conquistata la testa della classifica in seguito al prematuro ritiro del poleman Ivan Bellarosa (Avelon Formula), compiuti appena quattro giri di gara, sono costretti ad assistere inermi al cedimento della turbina appena varcata la seconda ora. Tornati in pista dopo una riparazione durata appena 50 minuti con Magnoni alla guida, affrontano un’ulteriore perdita di tre giri ai box per un principio di incendio occorso durante il cambio pilota. Con il quarto posto finale, però, sopravanzano l’equipaggio rivale della Avelon Formula nella classifica generale e sono campioni 2018 nella categoria Sport.  Quinti all’arrivo e campioni di categoria Mariano e Marco Costamagna su Audi RS3 LMS, affiancati per l’occasione da Jimmy Ghione e Roberto Olivo.

Leggi anche:  Ramsey attacca la Juventus. Ecco le parole del gallese

Queste le dichiarazioni dei piloti all’arrivo.
Adrian Zumstein: “Felicissimi della vittoria. Tutto è andato ok e mio fratello è stato molto veloce”.
Stefano Pezzucchi: “Due forature e problemi ai freni hanno complicato la gara. Siamo contenti di aver preso punti per il campionato”.
Marco Zanuttini: “Abbiamo vinto il campionato! Siamo contenti, è stata una stagione molto bella”.
Filippo Cuneo: “Oggi era impossibile fare meglio. Mi sono divertito da matti!”
Mariano Costamagna: “Siamo contenti, abbiamo conquistato il titolo, ringrazio tutto il team. Ci sono stati degli inconvenienti ma le gare endurance sono così!”.

Il giorno precedente la 6h di Roma, sempre all’Autodromo di Vallelunga, si è svolta la Endurance 2.0, di contorno all’evento principale della domenica. Questa prova ha visto prevalere Enrico Bettera su Audi RS3 LMS. Il pilota di Torbole, alfiere della Pit Lane Competizioni, ha domianto prima la sessione di qualifiche, con una perentoria pole position, poi la gara, condotta in testa dall’inizio alla fine con un passo inavvicinabile per gli avversari. Dietro l’Audi vincitrice hanno tagliato il traguardo in seconda e terza posizione le due Cupra Leon dotate di cambio DSG condotte dagli equipaggi Alberto Biraghi/Mauro Costamagna e Marco Pellegrini/Stefano Zanini; la battaglia nelle prime fasi di gara che ha visto protagoniste queste due coppie di piloti si è risolta in favore dei portacolori del team RS+A, bravi nel capitalizzare il vantaggio accumulato dopo la sosta ai box, avvenuta subito prima del periodo di Full Course Yellow decretato dalla direzione di gara in seguito ai problemi alla Opel Astra  del duo Argenti/Peroni, ferma all’uscita della Trincea; stop  che ha di fatto congelato le posizioni del podio fino alla bandiera a scacchi. Chiudono la Top Five le due Honda Civic Typer R portate in pista dall’equipaggio Maurizio Marchio/Marco Bizzaglia e da Luigi Bamonte.

Leggi anche:  Sky o Rai 1? Dove vedere Galles-Svizzera streaming gratis e diretta tv in chiaro, Euro 2020

Le dichiarazioni dei piloti dopo la scacchi.
Bettera: “Sono contento di aver finito la gara con il mio passo. La posizione di guida di questa macchina regala un bel vantaggio per queste corse di durata”.
Biraghi: “Abbiamo cercato di non strafare e, grazie anche alla fortuna, siamo arrivati a podio”:
Pellegrini: “Peccato per aver preso la Safety Car. Siamo stati sfortuanti nel momento del cambio pilota”.
Zanini: “Abbiamo perso il vantaggio che avevamo accumulato a causa della Safety Car”.

  •   
  •  
  •  
  •