F1, Ferrari, Mekies: ‘Non ci sono formule magiche per cambiare rapidamente’

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

Il direttore sportivo della Scuderia di Maranello, Laurent Mekies, in vista del Gran Premio di Gran Bretagna, quarta tappa del Mondiale 2020 di Formula 1 che si disputerà sullo storico tracciato di Silverstone questo week end ha espresso alcune considerazioni. Mekis ha detto che “Non ci sono formule magiche per cambiare rapidamente lo stato delle cose, l’obiettivo è acquisire dati per comprendere ancora meglio i problemi della SF1000″.

In vista del GP di Silverstone
Il ds della Ferrari, Laurent Mekies, ha illustrato, in vista del nuovo appuntamento in pista delle Rosse, quali sono gli obiettivi della scuderia proprio per il Gran Premio di Gran Bretagna. Dopo i problemi emersi alla monoposto SF1000 nelle prime tre gare del Mondiale. Mekies ha esposto un’analisi molto concreta di ciò che i tifosi potranno aspettarsi da Sebastian Vettel e Charles Leclerc questo week end.

Silverstone è sempre Silverstone

L’ingegnere francese del Cavallino ha affermato che nel “tornare a Silverstone c’è sempre un’emozione speciale” anche se a causa delle misure anti-Covid “non vedremo gli appassionati britannici sulle tribune”. Infatti il Gran Premio di Gran Bretagna verrà disputato a porte chiuse. Comunque, Mekis ha sottolineato di essere sicuro che si percepirà la presenza dei tifosi durante il week end di gara. Quello di Silverstone sarà “il primo tracciato con medie velocistiche molto elevate”. E su questa pista i team della F1 saranno “impegnati per due settimane di fila”. Il direttore sportivo della Ferrari ha detto che “sarà fondamentale utilizzare queste gare per comprendere ancora meglio la” SF1000. Mekies, effettuando un’analisi realistica della situazione ha ammesso che “sotto il profilo della competitività per noi non sarà facile”. Pertanto, quello su cui si dovrà concentrare il team sarà “l’acquisizione di quanti più dati possibile che ci aiutino a indirizzare lo sviluppo della SF1000 nella giusta direzione”. In conclusione il ds della scuderia di Maranello ha affermato che “questo inizio di stagione sta richiedendo certamente una prova di carattere da parte di tutti, ma sappiamo di poter contare su un team compatto, sui nostri piloti e sui tifosi per fare gruppo e riuscire a reagire”. Quindi, pur non essendoci “formule magiche per cambiare rapidamente lo stato delle cose” il team è consapevole di avere tanto lavoro e di essere pronti a farlo.

  •   
  •  
  •  
  •