MotoGP: due piloti potrebbero avere provato illegalmente

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

La notizia trapelata in queste ore sarebbe tale da far innalzare la temperatura dei motori della ripartenza del Motomondiale a livelli ragguardevoli. In queste ore, è stato diffuso un comunicato nel quale viene data notizia che gli Steward FMI per la MotoGP avrebbero ricevuto alcune segnalazioni in riferimento a probabili violazioni del regolamento (in particolare dell’articolo 1.15.1) afferente ai Gran Premi. L’articolo citato dispone quanto riguarda gli allenamenti dei piloti, e viene anche specificato quale tipo di mezzi è possibile utilizzare durante queste sessioni di allenamento.

MotoGP: due piloti potrebbero avere violato il regolamento durante gli allenamenti

Il comunicato diffuso non specifica molti dettagli, e anche sul sito motogp.com non si specifica il nome dei due possibili piloti coinvolti in questa violazione.

Le norme per effettuare test privati di MotoGP, Moto2 e Moto3

I piloti di MotoGP, Moto2 e Moto3, in riferimento alla stagione 2020, non possono effettuare nessun test privato. Unica eccezione è riservata alle squadre della MotoGP che corrono con concessioni.
In particolare è fatto divieto ai piloti di eseguire test privati con le stesse con cui gareggiano; e in riferimento alla Moto2 è fatto divieto di utilizzare il medesimo tipo di motore.

MotoGP: Gran Premio di Jerez 19 luglio

I piloti verranno sentiti, prima della gara, durante il Gran Premio di Spagna Red Bull a Jerez. Questa procedura verrà applicata proprio per cercare di fare chiarezza sulla vicenda. Infatti, la FMI, al momento non ha rilasciato ulteriori informazioni.

  •   
  •  
  •  
  •