MotoGp 2020, GP di Stiria, Valentino Rossi: “Le FP3 cruciali per la qualifica, bisogna fare di tutto per stare nei dieci”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

Asfalto rovente e quelle decise virgole di gomma che evidenziano le traiettorie delle prove libere del venerdì sul Red Bull Ring per il Gran Premio di Stiria. In questo nuovo appuntamento della MotoGp 2020 Valentino Rossi ha concluso la sessione di prove libere al 13° posto, restando qualche gradino sotto la top ten. “Il più grosso problema è che abbiamo fatto il time attack nel pomeriggio con oltre 50° gradi sull’asfalto ed era difficile migliorare il tempo del mattino”, ha dichiarato in chiusura di giornata il nove volte campione del mondo. “Adesso speriamo che le Libere3 siano asciutte per entrare nei dieci – ha sottolineato Valentino -, abbiamo deciso di salvare le gomme”

MotoGP 2020, GP di Stiria, Valentino Rossi: “Il mio passo non è male”

Valentino Rossi al termine delle prove libere del venerdì su un rovente Red Bull Ring ha dichiarato: “al mattino di solito è più fresco e la pista pure più veloce. Il mio passo non è male, ce ne sono 4/5 più veloci, ma con gli altri siamo tutti lì: la situazione però non è facile perché nel dritto soffriamo davvero tanto”. “Non sono al momento nei primi dieci: ho fatto un solo tentativo – sottolineato Valentino-, ma nelle FP2, quando la pista era più lenta per il caldo. Domani, quindi, le FP3 diventeranno cruciali per la qualifica, bisogna fare di tutto per stare nei dieci”.
Il Dottore ha espresso anche il suo punto di vista in riferimento alla penalità inflitta a Zarco: “Perdi tanto partendo dalla pit lane: almeno hanno fatto qualcosa”. E sul tema sicurezza ha sottolineato: “credo che il regolamento debba essere più chiaro e le pene più severe, come accade in F.1: è l’unico modo per fermare questa aggressività crescente”.

  •   
  •  
  •  
  •