MotoGp2020, Misano consentito accesso al pubblico: 10 mila spettatori per i due GP

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui

In questo caldo weekend di Ferragosto, mentre i pilotati del Motomondiale sono impegnati nel Gran Premio di Austria, è arrivata la notizia: al circuito Marco Simoncelli sarà consentito l’accesso al pubblico in occasione del doppio appuntamento del 13 e 20 settembre. Il pubblico non si potrà posizionare sui prati, è potrà assistere alle gare solo un numero limitato di spettatori.

MotoGp 2020, a settembre Misano riaprirà parzialmente le porte agli spettatori

Non oltre diecimila persone al giorno, infatti, potranno accedere come pubblico al doppio appuntamento dei GP del Motomondiale che si svolgeranno sul tracciato di Misano, circuito Marco Simoncelli, nelle date del 13 e del 20 settembre.
L’autorizzazione ha arrivata mediante l’ordinanza del presidente della Regione Emilia Romagna attraverso la quale è stato derogato il numero massimo di mille spettatori previsti per impianti all’aperto.
La deroga consentita previa l’attenzione degli organizzatori al rispetto dei protocolli anti Coronavirus e per gli ampi spazi all’aperto disponibili. Pertanto, agli spettatori sulle tribune si aggiungeranno altri 3 mila persone legate all’organizzazione e assistenza ai team. Il circuito Marco Simoncelli ha una capienza omologata per 110 mila persone: 40 mila in tribuna.

Motomondiale Misano 2020, per il doppio appuntamento di settembre non sarà consentito l’accesso ai prati

Una decisione che ci emoziona – hanno affermato i Promotori dal territorio – perché rappresenta anche un semaforo verde alla ripartenza dello sport mondiale davanti agli appassionati. Potremo garantire la possibilità che 60 mila persone nei due weekend vedano lo spettacolo dal vivo e di questo ringraziamo la Regione Emilia-Romagna e il presidente Bonaccini per aver valutato con attenzione il nostro progetto“. I promotori infine hanno affermato che l’evento motoristico “sarà un sostegno per l’industria turistica, un potente messaggio mediatico che raggiungerà tutto il mondo e anche una grande assunzione di responsabilità, per onorare la quale lavoreremo sodo ogni giorno da qui alle gare“.

  •   
  •  
  •  
  •