F1 | Szafnauer spiega la decisione di ingaggiare Vettel e su Perez…

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui


La notizia del passaggio di Sebastian Vettel in Aston Martin dal 2021 ha catalizzato l’attenzione dei media in queste ultime ore. Dopo aver annunciato l’ingaggio del tedesco, Szafnauer, il team principal della Racing Point che, dal prossimo anno sarà Aston Martin, ha spiegato a Sky U.K. i retroscena di questo passaggio e ha voluto “rispondere” alle parole di Sergio Perez che ieri si è detto sorpreso della decisione del team, dichiarando inoltre, di essere stato tenuto all’oscuro di tutto.

Szafnauer: “Vettel porterà la squadra ad un livello diverso”.


Il team principal della Racing Point si è detto convinto che un quattro volte campione del mondo come Sebastian Vettel porterà la squadra ad un livello diverso. Il pilota tedesco porterà alla Aston Martin la sua etica del lavoro, la sua esperienza e il suo talento. Ecco le sue parole a Sky U.K.:
“Porterà più in alto il livello della squadra e sono sicuro che ci saranno mille piccole cose nelle quali ci aiuterà a raggiungere un nuovo livello. Porterà con sé l’etica del lavoro da campione del mondo e questo è ciò da cui tutti noi vogliamo imparare. Tutti dovranno alzare il loro livello. Inoltre, Sebastian sarà un grande mentore per Lance Stroll (suo futuro compagno di squadra) che è giovane e veloce”.

Poi, a proposito delle prestazioni non troppo brillanti di Vettel degli ultimi tempi, Szafnauer ha dichiarato:
“Ha trentatré anni e non credo che si sia dimenticato come si guida. A volte, tutti abbiamo bisogno di un po’ di affetto. Guidare al massimo, al limite per molto tempo è un esercizio mentale. Se la tua mente non è del tutto presa, possono accadere cose del genere. Sarà nostro compito mettergli un braccio sulle spalle e mostrargli a cosa punta questa squadra e allora lui rifiorirà”.

Szafnauer su Perez: “Abbiamo tenuto il suo manager sempre informato, abbiamo esercitato un’opzione sul suo contratto”.


Ieri, Perez si è dichiarato sorpreso di scoprire la decisione della squadra di non continuare a collaborare e ha aggiunto di non essere stato messo al corrente delle trattative in corso con Vettel. Su questo punto, il team principal ha voluto dire:
“Ne aveva una vaga idea, noi abbiamo tenuto il suo manager sempre informato del processo. Era tenuto al corrente di quanto stava accadendo, quello che non sapeva dipendeva dal fatto che la decisione definitiva non era ancora stata presa. Questa cosa l’ha appresa mercoledì. Perez ha firmato un contratto di tre anni con la squadra lo scorso anno, ma c’erano opzioni, clausole d’uscita che potevamo esercitare o meno”.
Szafnauer ha però aggiunto che la decisione presa su Perez non è stata a cuor leggero:
Non è stato facile. Sergio ha lavorato bene con noi, è un grande pilota, un pilota veloce e di domenica non sbaglia e porta a casa i punti“.

  •   
  •  
  •  
  •