Tragedia sfiorata in Bahrain! Grosjean salvo per miracolo nel Gran Premio di F1

Pubblicato il autore: Daniele Conti Segui


Poteva finire in tragedia il primo dei due Gran Premi di Formula 1 previsti in Bahrein in questa parte finale della stagione. Che abbia vinto Hamilton interessa a pochi, considerando anche che il britannico avesse già tra le mani il titolo piloti. Tutti siamo stati a lungo in apprensione per l’incidente occorso a Grosjean al primo giro.

Incidente al via: la dinamica

Alla partenza tutte le monoposto sfilano senza grossi problemi, ma dopo un paio di curve un contatto tra Kvjat e Grosjean fa perdere il controllo alla Haas di quest’ultimo. Senza grip, la macchina biancorossa taglia la pista per schiantarsi perpendicolarmente contro un guardrail. Un terribile incendio divampa istantaneamente col pilota che non riesce a divincolarsi in tempi celeri. Le fiamme che avvolgono l’abitacolo, completamente incastrato nella struttura metallica, fanno temere per il peggio. Solo dopo oltre 30 secondi il francese riesce ad uscire illeso dal groviglio di lamiere e fuoco, rientrando in pista con delle ustioni superficiali alle mani.

Polemiche sulla sicurezza

Guardando le immagini più volte ci si è interrogati sul posizionamento del guardrail che ha suscitato subito polemiche. A prescindere dalla carambola sfortunata tra il russo e il transalpino, quella protezione sarebbe stata pericolosa anche in altri possibili scenari di contatto tra piloti. L’avere una posizione obliqua rispetto al tracciato avrebbe fatto si che lo stesso epilogo si potesse avere anche con una fuoriuscita di pista subito prima della chicane incriminata.

Qualcuno ha anche lamentato una scarsa prontezza degli steward nell’intervenire sull’incendio, oppure sui mezzi impiegati per tale scopo. Gli estintori sono sembrati troppo piccoli per domare un divampare di fiamme di quelle dimensioni.

Gran Premio del Bahrain 2020: il risultato

Come già anticipato l’esito del gran premio, senza alcun valore ai fini del campionato, è interessato a pochi. Per la cronaca a vincere è stato di nuovo Lewis Hamilton che ha messo il punto esclamativo su una stagione da incorniciare. Per lui è arrivato il 7o titolo che gli ha permesso di pareggiare Sua Maestà Schumacher. Dietro al britannico nel golfo desertico è stato trionfo Red Bull, con Verstappen secondo davanti ad Albon. Ancora una volta imbarazzanti le Rosse, con un finale di stagione ben più che imbarazzante. Entrambe le Ferrari sono state doppiate, con Leclerc giunto 10mo e Vettel 13o.

  •   
  •  
  •  
  •