F1, in Bahrein è nata la stella di George Russell

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui

La positività di Lewis Hamilton ha fatto nascere, in Mercedes, la stella di George Rusell che nonostante il risultato ha messo in mostra il suo talento.

Tutto gli appassionati della F1 erano pronti a dire che la macchina fa la differenza per screditare Lewis Hamilton come pilota mentre oggi, in Bahrein, abbiamo assistito ad una storia completamente diversa e la nascita, si spera definitivamente, di un campione ovvero George Russell. Il britannico, attualmente in Williams ma pilota del programma giovani Mercedes, è stato chiamato martedì a sostituire l’attuale campione del mondo Lewis Hamilton vista la sua positività al Covid-19. Le pretese erano delle migliori: tutto il circus era curioso di vedere il giovane pilota sulla Mercedes mentre per Bottas era l’occasione definitiva per provare che non è solo il secondo pilota Mercedes e che non è quel pilota “mediocre”.

Leggi anche:  Ferrari, le parole di Sainz dopo la qualifica

Le prove libere, però, vengono si dominate dalla Mercedes ma davanti a tutti c’è George Russell che fa capire, fin da subito, che non è li solo per sostituire il suo connazionale ma per dimostrare che quel sedile lo merita e che deve avere una macchina competitiva per giocarsi le sue chance. Il sabato, però, la storia sembra essere diversa: prova di forza di Bottas ma Russell ferma il crono a 22 millesimi dalla Pole Position e ribadisce la sua forza davanti al compagno di squadra che ha capito che non deve sottovalutare il nuovo arrivato. Tutti pensavano andasse in difficoltà, che non avrebbe avuto passo, che era la soltanto perchè aveva la Mercedes ma comincia la gara ed in testa ci va lui, prendendosi la posizione da campione vero e tenendo la leadership per 50 giri fino a quando il team tedesco non si suicida portando a casa due pit-stop disastrosi: uno su Russell per aver montato gomme diverse, uno su Bottas per la quantità di tempo perso e alla ripartenza si ritrovano 4 e 5 con il britannico costretto a rincorrere. Sembra finita, invece no perchè in gara Russell continua a sovrastare Bottas sorpassandolo all’esterno da curva 3. Il destino, però, è beffardo con questo ragazzo perchè la sua gara viene ancora una volta rovinata da un detrito della Williams e alla fine, dopo un’altra rimonta, arriva a punti appena dietro Bottas. I primi della sua carriera. Oggi, in Bahrein, possiamo dire che è nata una nuova stella quella di George Russell con la speranza che, la Mercedes, prenda la decisione giusta.

  •   
  •  
  •  
  •