Ferrari, Carlos Sainz avverte gli ingegneri: “Posso risultare pesante”

Pubblicato il autore: Francesca Manes Segui

Carlos Sainz ha già avvertito la Ferrari sul suo approccio al lavoro e lo ha dichiarato ad un evento organizzato dal suo sponsor personale, Estrella Galicia. Il pilota spagnolo ha descritto il primo giorno ufficiale a Maranello, le sensazioni provate con la tuta rossa, dimostrando di avere una grandissima voglia di iniziare a lavorare. Sainz ha spiegato anche che il suo modus operandi è caratterizzato da un’attenzione speciale ad ogni aspetto tecnico. Sarà un pilota molto partecipe e interessato ad ogni minimo dettaglio. Gli ingegneri sono già avvertiti dovranno prepararsi a rispondere a continue domande da parte sua.

Ferrari, Carlos Sainz racconta il suo primo giorno in rosso.


All’evento del suo sponsor, interrogato dai giornalisti presenti, Carlos ha ripercorso la prima giornata trascorsa a Maranello. Ecco le sue parole:

Leggi anche:  F1, Rob Smedley: "Si presentò dicendo che avrebbe eguagliato Schumi"

“Venerdì ho incontrato diverse persone in fabbrica, visitando tanti reparti, ma non ho potuto entrare nei dettagli. Nei mesi di gennaio e febbraio, quando trascorrerò più tempo in Italia, inizierò a indagare maggiormente e cercherò di dare una mano per invertire la situazione il prima possibile. Peccato non aver avuto tempo a disposizione già in questa prima occasione per porre domande tecniche agli ingegneri, questa cosa non mi ha reso molto contento in effetti. Ho già spiegato alla Ferrari il mio modus operandi. Sarò piuttosto pesante, ogni volta che vado in fabbrica mi metto a fare domande su domande e posso diventare stancante“.

Carlos avrebbe voluto porre più domande e approfondire maggiormente questioni tecniche nella sua prima giornata in fabbrica a Maranello, ma non è stato possibile. Il pilota ha lasciato trasparire la sua voglia di indagare, informarsi e capire di più per poter essere subito d’aiuto alla squadra. A Sainz il lavoro non spaventa affatto, anzi. Nei suoi due anni in McLaren è stato apprezzato molto per il suo metodo cosa che di certo lo ha aiutato a raggiungere ottimi risultati in pista e a guadagnarsi la stima di tutto il team. Il pilota ha poi descritto le sensazioni provate con indosso la tuta rossa:

“Ho indossato una tuta senza sponsor, la stessa che userò nelle prime prove e realizzata su misura. Mi è stata bene fin dal primo secondo. Quando ho visto le foto che sono state pubblicate, sono rimasto molto colpito. Poi, salendo su una Ferrari per la prima volta, ho dovuto usare il casco di Marc Gené, perché non avevo il mio”.

https://www.instagram.com/p/CJHINFOIeSB/?utm_source=ig_web_copy_link

Leggi anche:  F1, qualifiche gp Imola: pole di Hamilton, quarto Leclerc. Deludono Bottas e Sainz

Le sorprese non sono finite qui. Nella serata di ieri il pilota e la Scuderia Ferrari hanno pubblicato, a pochi minuti l’uno dall’altro, degli speciali contributi video sulla prima giornata in rosso di Carlos Sainz. Un vero e proprio regalo di Natale per i tanti tifosi del Cavallino Rampante. Nel video pubblicato dalla Ferrari si possono vedere le immagini di Sainz che si cala per la prima volta nell’abitacolo e parla con quello che diventerà il suo ingegnere, Riccardo Adami.
Carlos, dal canto suo, ha pubblicato un video messaggio con tanto di siparietto simpatico sul finale.

  •   
  •  
  •  
  •