GP Monza: le Ferrari possono combattere per la vittoria?

Pubblicato il autore: Lorenzo Iuso Segui


In uno dei circuiti più longevi e affascinanti del mondiale, Monza, e soprattutto nel Gran Premio di casa, la Ferrari cerca il riscatto. Dopo una stagione, caratterizzata da sfortune ed errori, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen di fronte ai loro tifosi vogliono provare a stupire. Come era nelle attese, nella giornata di ieri le lacune della Red Bull in questo circuito sono venute fuori. Il due lunghi rettilinei, uno di sequenza all’altro, mettono in risalto le difficoltà nel motore Renault meno potente di quello Ferrari che perde molti km/h.

Nelle prime due prove libere, le prime due posizioni sono state occupate da Rosberg e Hamilton ma le Ferrari, subito dietro, non sono poi così lontane. Il gap è colmabile e si può arrivare anche ai 2-3 decimi sul passo gara. Prima di tutto, sarà fondamentale assicurare le due posizioni in griglia in seconda posizione e anzi provare ad insidiare la prima fila. Mentre in gara, le due monoposto di Maranello si giocheranno molto, moltissimo in partenza.

Leggi anche:  F1, in dubbio anche i GP di Monaco, Baku e Montreal

Con la partenza manuale, introdotta da quest anno, Rosberg ha mostrato qualche lacuna mentre Hamilton, nonostante all’inizio partisse molto male, è decisamente migliorato. La pressione questo weekend sarà tutta sulle due Mercedes che non posso fallire. Hamilton sente il fiato sul collo nel mondiale perché la distanza da Rosberg è minima. Allo stesso tempo, Rosberg sa che non mancano poi troppe gare al termine perciò è importante per lui continuare a rosicchiare punti al suo compagno di scuderia.
Per le Ferrari, servirà una gara aggressiva perchè non c’è nulla da perdere ma c’è molto da far emozionare.

  •   
  •  
  •  
  •