Formula 1, la Williams svela la nuova FW41

Pubblicato il autore: Aote Segui

Dopo il Team Haas è la Williams a presentare ufficialmente la nuova monoposto che disputerà il Campionato del Mondo 2018, affidata alla guida del canadese Lance Stroll, alla sua seconda stagione in Formula 1, e del nuovo arrivato Sergey Sirotkin, che ha preso il posto di Felipe Massa, congedatosi, quasta volta definitivamente, dalla Formula 1.

Un progetto, quello della FW41 che, come ha confermato Paddy Lowe, il Direttore tenico della scuderia inglese, è stato il frutto di una stretta collaborazione tra progettisti e aerodinamici, che si sono dovuti confrontare con le novità regolamentari introdotte in questa nuova stagione, su tutte l’introduzione del sistema Halo che ha costreto tutte le scuderie a rivedere qualcosa nei progetti iniziali in modo particolare proprio dal punto di vista aerodinamico.
A fare da padrona di casa Claire Williams, figlia di Frank, fondatore della scuderia; nelle parole del Team Principal tutta la voglia e la curiosità di vedere in pista la nuova monoposto ma anche quella di dare segiito a quanto fatto nella scorsa stagione cercando ovviamente di recuperare terreno verso le rivali più accreditate alla vigilia e magari inserirsi nella lotta per aggiudicarsi piazzamenti di prestigio: “Siamo molto emozionati“.

Da Lance Stroll ci si attende un salto di qualità dopo gli alti, su tutti il podio in Canada, unico non ottenuto da una scuderia che non fosse Ferrari, Mercedes o Red Bull, e alcuni bassi, anche dati dall’inesperienza del canadese; lo stesso Stroll giudica il 2017 un anno di apprendimento e punta dritto a scalare posizioni nella classifica del Mondiale piloti, chiuso al dodicesimo posto nel 2017.
Al suo fianco il russo Sirotkin; per lui sarà l’esordio da pilota ufficiale. Alla presentazione ha dichiarato di aver passato tanto tempo in fabbrica per carpire tutti i segreti della nuova monoposto e di essersi allenato al meglio in vista del Campionato. Nel team c’è molto ottimismo intorno a lui, suffragato dalle prime prove efftuate al simulatore che fanno comunque seguito ai test in pista che il russo ha effettuato nella scorsa stagione quando era il collaudatore della Renault.

Oltre a Sirotkin, alla presentazione della nuova Williams c’era anche un altro volto nuovo, ma non troppo, quello di Robert Kubica. Il polacco ha cullato per diversi mesi il sogno di tornare in Formula 1 dalla porta principale ma, alla fine, ha dovuto accontentarsi del ruolo di collaudatore. Avrà comunque la possibilità di accumulare chilometri e magari di cercare, attraverso buone prestazioni in pista, anche se solo nelle prove libere, un sedile per la Stagione 2019: “Questo per me sarà senza dubbio un ruolo diverso ma al quale sono già abituato. Sarò sempre presente al paddock. Non vedo l’ora di inziare. A volte, sicuramente, non sarà piacevole dover solo guardare gli altri correre ma credo che comunque ci sarà molto da fare, quindi siamo pronti per ripartite“.
La sue esperienza sarà di certo molto utile a un team tutto sommato giovane, a cominciare dai piloti, per iniziare e poi proseguire nel corso della stagione, lo sviluppo di una monoposto che potrà contare sulla potenza del motore Mercedes.

  •   
  •  
  •  
  •