Formula Uno, Gp Australia. Trionfo Ferrari e Vettel: “Strategia perfetta”

Pubblicato il autore: Mara Pesenti Segui

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews


Formula Uno
. Il GP d’Australia è la prima occasione di festa per il box Ferrari grazie alla vittoria di Sebastian Vettel e al terzo posto di Kimi Raikkonen. Un’ottima strategia e ad un pizzico di fortuna hanno permesso alla rossa di Vettel di prendere il comando della gara al giro 26 dopo che Grosjean è costretto ad abbandonare la propria vettura a bordo pista ed entra per tutti i piloti il regime di virtual safety car.

Sebastian Vettel conquista la vittoria numero 48 in carriera e il centesimo podio, il miglior modo per iniziare il mondiale 2018: “La gara è andata piuttosto bene, abbiamo avuto un po’ di fortuna con la virtual safety car. Mi sono divertito molto, speravo di fare una partenza migliore ma poi mi sono accontentato del terzo posto. Ho faticato con le gomme nel primo stinto e ho perso un po’ di contatto da Lewis e Kimi”, ma la svolta avviene quando il tedesco effettua il pit stop in regime di virtual safety car recuperando secondi preziosi al compagno di squadra e al rivale della Mercedes “Sono riuscito ad andare avanti ed era difficile poi sorpassarmi, Lewis ha tenuto la pressione alta ma mi sono potuto godere gli ultimi giri – ha poi aggiunto – Sicuramente questa vittoria ci dà una bella motivazione per le prossime settimane. Mi manca ancora un po’ di fiducia con questa macchina, per questo c’è ancora del lavoro da fare”.

Dall’altro lato del box Ferrari c’è un sempre impassibile Kimi Raikkonen: “E’ stata una gara positiva, non abbiamo tratto l massimo da quello che potevamo però la fortuna l’ha avuta Seb, ma questo è comunque un bene per la squadra. Ci siamo tenuti stretti il terzo posto nonostante la pressione della Red Bull”.

Infine, il poleman Lewis Hamilton (2° classificato) si arrende davanti alla superiorità della strategia della Ferrari: “E’ stato un weekend davvero incredibile, devo fare i complimenti a Sebastian e alla Ferrari che oggi hanno fatto un lavoro migliore. Noi dobbiamo tornare al tavolo e studiare meglio le strategie– per quanto riguarda le difficoltà nel finale aggiunge – Alla fine ho cercato di salvare la macchina per tornare a combattere un altro giorno e preservare il motore”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  F1, presentata la nuova Aston Martin: Vettel-Stroll pronti