Antonio Giovinazzi alla Sauber, finisce l’assenza di piloti italiani in Formula 1

Pubblicato il autore: Nicola Francescon Segui

(Photo by David Ramos/Getty Images scelta da SuperNews)

I piloti italiani in Formula 1 sono stati una tradizione che si è ripetuta fin dalle prime edizioni della competizione, in virtù della presenza di una scuderia italiana importante come la Ferrari. Con il passare degli anni purtroppo però l’ambasciata italiana si è ridotta fino al 2011, quando si è estinta del tutto. Con l’approdo di Antonio Giovinazzi in Sauber, la pattuglia italiana inizierà a ricomporsi.

Giovinazzi ha corso già la scorsa stagione 2 Gran Premi, in Australia e Cina, e ha sempre lavorato intensamente al simulatore e nei test, in quanto terzo pilota Sauber.
Ferrari sembra essere il vero artefice dell’operazione: prima lo scambio di sedili tra Kimi Raikkonen e il fortissimo Leclerc, proveniente dalla Ferrari Academy, e ora la firma di Giovinazzi per il 2019 che relega al ruolo di terzo pilota e brand ambassador Marcus Ericsson.
Il palmares di Giovinazzi cita un trofeo italiano e uno europeo nei kart, quando era ragazzino e un secondo posto nel campionato GP2 del 2016, dietro Pierre Gasly futuro pilota Red Bull.
Nei 2 GP corsi nel 2017 ha mostrato inesperienza, rovinando più volte la macchina con uscite di pista e contatti con le barriere, ma sotto l’ala protettrice di Raikkonen potrà imparare molto vista la grande esperienza del finlandese.

  •   
  •  
  •  
  •