F1, Ferrari con una nuova livrea al GP Giappone di domenica 7 ottobre

Pubblicato il autore: Domenico Di Gennaro Segui

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

La Ferrari cambia pelle per il Gran Premio di Suzuka in scena questo weekend sul circuito giapponese. Stavolta, però, non ci si riferisce a delle nuove innovazioni motoristiche o aerodinamiche, ma alla livrea della rossa di Maranello. La SF71H non cambierà il suo caratteristico colore rosso, ma sfoggerà una serie di inserti di colore differente sulla propria monoposto. Tutto ciò è conseguenza della partnership storica, che dura ormai da 45 anni, tra il suo sponsor principale, l’azienda di tabacco Philip Morris, e la Scuderia Ferrari. La nota industria ha deciso di griffare la livrea del Cavallino Rampante con alcuni inserti di colore bianco che andranno a ritoccare il colore di cofano motore, deviatori di flusso e alettone posteriore. Essi fanno parte della campagna “Mission Winnow” che la Philip Morris ha introdotto questa volta non per pubblicizzare i propri prodotti, ma per un significato diverso. Essa serve anche ad omaggiare il rinnovato rapporto di collaborazione con la Ferrari, che si allungherà fino al 2021. E’ anche la prima volta dal 2007 che la Philip Morris torna a griffare con il proprio logo la macchina di Maranello. L’anno tra l’altro dell’ultima vittoria di un mondiale da parte della Ferrari, targato Kimi Raikkonen. Ormai ben 11 anni fa.

Il senso di questa iniziativa lo spiega Riccardo Parino, vicepresidente delle sponsorizzazioni globali della Philip Morris, per il sito Motosport.com: “Questa iniziativa non riguarda un nostro prodotto, ma la nostra stessa azienda, al modo in cui stiamo trasformando, al modo in cui prepariamo il nostro futuro basato su scienza, innovazione e tecnologia“. Anche il team principal della Ferrari Maurizio Arrivabene si è pronunciato, sul quotidiano La Stampa, in merito alla campagna: “Qui si va oltre la sponsorizzazione, intanto ringraziamo il nostro partner che finora aveva lasciato la macchina sempre rossa senza pretendere spazi, senza avere l’urgenza di griffarla. Ora comincia una fase nuova, la loro filosofia va in parallelo con la nostra. È vero che per il momento non stiamo vincendo, ma stiamo imparando ed è una fase molto importante“.

I ferraristi sperano che questo cambiamento nella livrea della rossa porti con sé magari una vittoria sul circuito di Suzuka per la gara di domenica. Servirebbe, infatti, dare un senso a questo finale di campionato che sta prendendo sempre più la via di Hamilton e della Mercedes. Un duro colpo per la Ferrari che quest’anno sembrava aver prepararato una vettura finalmente affidabile e soprattutto vincente. Il weekend di Suzuka dirà molte cose. Se la Ferrari sarà in grado di sovvertire la piega di questa stagione sfortunata oppure se per un altro anno il Cavallino vedrà gli altri festeggiare.

  •   
  •  
  •  
  •