F1:le dichiarazioni dei piloti al termine delle qualifiche del GP del Bahrain

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio

Nella notte del deserto del Bahrain brilla la stella di Charles Leclerc (è il pilota più giovane a conquistare una pole position sulla Ferrari ),alla sua prima pole position in carriera,il pilota monegasco precede Vettel che completa la prima fila tutta Ferrari.
Seconda fila per le due Mercedes di Hamilton e Bottas,terza per la Red Bull di Verstappen e la Haas di Magnussen. Settimo tempo per Sainz,seguito da Grosjean e dall’Alfa Romeo di Raikkonen a chiudere la top ten Lando Norris.
Ricciardo partirà 11° mentre Giovinazzi e,a sorpresa,Hulkenberg sono andati fuori in Q1 (16° e 17°),a chiudere lo schieramento le due Williams di Russel Kubica

La griglia di partenza del GP del Bahrain:

1° Leclerc (Ferrari) 1:27.866 (S)
2° Vettel (Ferrari) + 0.294 (S)
3° Hamilton (Mercedes) + 0.324 (S)
4° Bottas (Mercedes) + 0.390 (S)
5° Verstappen (Red Bull Racing Honda) + 0.886 (S)
6° Magnussen (Haas Ferrari) + 0.891 (S)
7° Sainz (McLaren Renault) + 0.947 (S)
8° Grosjean (Haas Ferrari) + 1.149 (S)
9° Raikkonen (Alfa Romeo Racing Ferrari) + 1.156 (S)
10° Norris (McLaren Renault) + 1.177 (S)
11° Ricciardo (Renault) 1:29.488 (S)
12° Albon (Scuderia Toro Rosso Honda) 1:29.513 (S)
13° Gasly (Red Bull Racing Honda) 1:29.526 (S)
14° Perez (Racing Point BWT Mercedes) 1:29.756 (S)
15° Kvyat (Scuderia Toro Rosso Honda) 1:29.854 (S)
16° Giovinazzi (Alfa Romeo Racing Ferrari) 1:30.026 (S)
17° Hulkenberg (Renault) 1:30.034 (S)
18° Stroll (Racing Point BWT Mercedes) 1:30.217 (S)
19° Russell (Williams Mercedes) 1:31.759 (S)
20° Kubica (Williams Mercedes) 1:31.799 (S)

Leggi anche:  F1, Mercedes W14: primo lancio il 15 febbraio in mattinata

Le dichiarazioni dei piloti :

Leclerc: “Sono emozionato ,ma sto cercando di mantenere la calma il più possibile,perché non vengo assegnati punti per la pole,ma solo domani.
Mi sto godendo il momento. Abbiamo avuto una gran settimana e una grande giornata oggi,ma dobbiamo concentrarci su domani. L’obiettivo è fare la miglior gara possibile ma è fantastico essere qui.
Si può sempre fare meglio,ma sono soddisfatto del mio giro nella Q3. È stato un punto debole nella prima gara,ero deluso dopo la qualifica in Australia ,oggi invece sono molto contento . Credo di aver messo insieme tutti e tre i miei settori migliori,che è quello che volevo. Chiaramente si può sempre fare meglio,ma sono contento.Credo di aver messo insieme tutti e tre i miei settori migliori,che è quello che volevo. Chiaramente si può sempre fare meglio,ma sono contento”.

Vettel:“Non è stata esattamente una buona giornata ,ma a volte va così. Devo fare i miei complimenti a Charles. Quando eravamo ancora in griglia al termine delle qualifiche gli ho detto di godersi questo momento,perché oggi è la sua giornata. Oggi non è stata la mia qualifica ideale,ma anche se lo fosse stata sarebbe stato difficile batterlo. La mia prima pole è stata tanto tempo fa,ma di sicuro è un giorno che non si dimentica mai. Chiaramente siamo molto più contenti della macchina in questo weekend e il merito va dato a tutto il team,perché è stato un lavoro di squadra.
Sia io che Charles non eravamo contenti della macchina a Melbourne e i ragazzi hanno fatto un’analisi molto approfondita a Maranello per capire che cosa era successo. Abbiamo trovato risposte,le abbiamo portate qui dimostrando che siamo in grado di lottare per le prime posizioni e oggi abbiamo addirittura monopolizzato la prima fila. Questa è una grande testimonianza del grande lavoro che ha fatto la squadra “.

Leggi anche:  F1, Mercedes W14: primo lancio il 15 febbraio in mattinata

Hamilton:”Congratulazioni a Charles,Sebastian e alla Ferrari ,hanno fatto un lavoro incredibile. Congratulazioni a lui per la sua prima pole.
È un sogno che ti prefissi quando sei giovane,lui l’ha realizzato oggi e sicuramente lo merita. Oggi è stata una sessione positiva in generale. Ieri è stata una faticaccia e per tutto il weekend abbiamo visto un passo incredibile da parte della Ferrari . Onestamente non pensavo che saremmo arrivati così vicini come siamo arrivati alla fine,perché loro sul rettilineo avevano una velocità pazzesca. Abbiamo perso anche oggi molto sulla velocità di punta in rettilineo. Per quanto riguarda la sessione è filata piuttosto liscia e mi sono tenuto anche una gomma in più per domani,cosa che mi rende molto contento.
Sono entusiasta perché è stata una battaglia molto ravvicinata e dovrebbe sempre essere così. Sono stato più lento 30 millesimi di Sebastian,che sicuramente nell’ultimo giro avrei potuto trovare,però essere lì al limite è un’emozione speciale,quello che rende questo sport particolarmente emozionante. Non avrei potuto fare lo stesso tempo di Charles,quindi c’è ancora da lavorare però i punti vengono assegnati domani quindi cercheremo di concentrarci tenendo la testa bassa,sfruttando la strategia e cercando di fare una buona gara”.

Leggi anche:  F1, Mercedes W14: primo lancio il 15 febbraio in mattinata

Mattia Binotto (team principal e direttore tecnico della Ferrari ):”Straordinari Charles e Sebastian,che si sono presi l’intera prima fila. Siamo contenti,sapevamo che sarebbe stata molto difficile quest’oggi e tutto sommato lo è stato. Se guardiamo la classifica,le Mercedes sono molte vicine . Per noi questo risultato era ancor più importante dopo l’Australia. Sono contento per la reazione della scuderia,per come ha lavorato,mai disuniti. Bravi. Credo che questo sia il risultato più bello. Tra loro due c’è spirito di collaborazione,e questa è una buona cosa.
Il segnale forte lo abbiamo dato oggi. Domani sarà durissima,e vedremo come andrà a finire. La gara è tutta un’altra cosa,conterà l’affidabilità e un po’ tutto. Vedremo,la stagione e lunghissima. Faremo un passo alla volta,pensiamo a domani,poi guarderemo alla gara successiva”

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: