Ferrari, parlano Vettel, Leclerc e Binotto:“Siamo contenti della macchina, ma attenti alle Mercedes”

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio

Le due Ferrari di Vettel e Leclerc hanno dominato entrambe le sessioni di prove libere , il monegasco precede il tedesco nelle FP1 mentre Vettel precede il compagno di squadra nelle FP2. Il venerdì non si assegnano punti per la gara, dopo il brutto weekend in Australia la Ferrari era chiamata al riscatto in Bahrain, le Ferrari di Vettel e Leclerc hanno staccato gli avversari , Mercedes in primis. Sul passo gara la Ferrari è sembrata decisamente pimpante.

Sebastian Vettel è soddisfatto del comportamento della macchina ma il pilota tedesco ha sottolineato che la Mercedes e la Red Bull in qualifica si avvicineranno,il pilota tedesco della rossa ha dichiarato:”La prestazione di oggi non è del tutto sufficiente, non è ancora abbastanza ma probabilmente lo scopriremo domani.Da parte mia credo che il risultato sia una cosa ma dobbiamo ancora lavorare , penso che possiamo ancora migliorare, questa è la sensazione che ho provato in macchina che è la migliore rispetto a quella che ho provato in Australia però c’è del potenziale ancora da esprimere, se riusciamo ad esprimere tutto il nostro potenziale allora saremo in buone condizioni per domani e di mettere gli avversari sotto pressione. Mi aspetto che la Mercedes sia forte domani in qualifica e dobbiamo tener d’occhio le Red Bull “.

Stessa lunghezza d’onda per Charles Leclerc:”E’ stata una buona sensazione, ho più confidenza con la macchina giro dopo giro,ho un avuto un bilanciamento migliore rispetto a quello in Australia però la Mercedes non è quella che abbiamo vista oggi,domani sarà più difficile ma noi spingeremo al massimo.Abbiamo trovato delle risposte importanti dopo il GP di Australia e li abbiamo messe in atto in Bahrain , in Bahrain la Ferrari storicamente è andata sempre bene, ci sono i presupposti per fare molto bene”.

Il team principal e direttore tecnico della Ferrari Mattia Binotto ha dichiarato:”Charles non hai mai cambiato team è sempre stato un pilota Ferrari , conosce l’ambiente e il modo in cui lavoriamo, Charles si sta impegnando molto, ho notato che Charles sta molte ore con gli ingegneri , sta a Maranello dei giorni spesso dovevo mandarlo a io a casa perchè stava tantissimo tempo a Maranello e ha tanta voglia di dimostrare il suo valore.Il ruolo di team principal non è stata una sorpresa , fin da piccolo sono stato ferrarista, il mio sogno era quello di lavorare in Ferrari, il mio sogno già l’ho realizzato, credo che tutte le persone in Ferrari diano il proprio contributo. La macchina in Bahrain si sta comportando bene ma credo che gli avversari saranno forti, la Mercedes sarà forte domani , dovremmo cercare di sviluppare bene la monoposto ma credo che alla fine della stagione tireremo le somme , il venerdì è poco veritiero, conta solo raccogliere dati importanti . Mick Schumacher è un ragazzo bravo e gentile ed è molto desideroso di fare bene , il suo approccio è molto simile a quello di  papà Michael, concentrato , cercando di tirare il meglio è bello aver visto Corinne (mamma di Mick) , io da qualche anno non incontravo Corinne, sono sempre emozioni forti”.

  •   
  •  
  •  
  •