26 anni fa ci lasciava Ayrton Senna

Pubblicato il autore: Demetrio Segui


Il mio nome è Ayrton e faccio il pilota e corro veloce per la mia strada…”. Inizia così la canzone che il compianto Lucio Dalla dedicò ad un altro grande compianto di professione pilota di Formula 1: il suo nome era Ayrton, il cognome Senna, per molti sportivi semplicemente una leggenda. Era il 1° maggio del 1994 quando il pilota brasiliano ci lasciava e lasciava quello che più gli piaceva fare al mondo, cioè correre.

L’episodio

Erano da poco passate le ore 14:15, a Imola si correva il Gran Premio di Formula 1 e Ayrton Senna, come spesso accadeva in quel periodo, si trovava in testa a comandare il gruppo che seppur combattivo sembrava quasi sottostare al pilota brasiliano. Ad un certo punto la Williams del pilota brasiliano, in uscita da una curva apparentemente semplice, ha una sbandata improvvisa e corre veloce verso le barriere di protezione: un impatto violentissimo dovuto al cedere di un pezzo dello sterzo che ha reso la macchina incontrollabile. Inutile la corsa verso l’ospedale, alle 18:45 il pilota brasiliano viene dichiarato morto dai medici. La corsa più importante di Ayrton si fermò contro le barriere della curva del Tamburello in una domenica pomeriggio come un’altra, mentre si trovava in prima posizione come sempre.

La carriera di Ayrton

Dopo gli inizi nelle categorie minori Ayrton Senna arriva in Formula 1 nel 1984. A dargli una possibilità è la scuderia Toleman. Seppur i risultati non arrivino è fuori di dubbio la stoffa del pilota che l’anno dopo passa alla Lotus, scuderia con la quale colleziona un 3° posto mondiale al terzo e ultimo anno in questa casa automobilistica. Nel 1988 il passaggio alla Mclaren, motorizzata Honda, segna l’inizio della rivalità, che caratterizzerà quelle annate, con il compagno di box Alain Prost. Il pilota brasiliano riesce, con la casa tedesca, a conquistare tre titoli iridati. All’inzio della stagione 1994 il passaggio alla Williams. Colleziona 3 ritiri nelle prime 3 gare, l’ultimo gli sarà fatale, alla curva del Tamburello in una domenica pomeriggio come tante altre. Era il 1°Maggio del 1994, 26 anni fa ci lasciava per sempre Ayrton Senna amato da tutti con quel suo sorriso che difficilmente si potrà dimenticare.

  •   
  •  
  •  
  •