F1, McLaren mette in vendita la propria sede

Pubblicato il autore: Simone Pietro SF98 Segui

Inaugurato nel 2004, il McLaren Technology Center è il fiore all’occhiello della scuderia di Woking da ormai parecchi anni.

Progettato da Norman Foster, la struttura rappresentò un sogno di Ron Dennis divenuto realtà, grazie alla sua eleganza e alla sua spettacolarità.

Stando alle notizie riportate direttamente dall’Inghilterra, la sede è stata messa in vendita per un valore di 200 milioni di sterline, e sarà la Colliers (una delle più importanti società immobiliari del mondo) a condurre le trattative.

L’idea di McLaren sarebbe quella di cedere la proprietà, il tutto con annesso un contratto di leasing, il quale consentirà al team inglese di rimanere nella struttura e sfruttarla ugualmente come sede.

Fin dall’inizio della pandemia legata al Covid-19, McLaren era stata costretta a prendere drastiche decisioni per non risentire delle gravi ripercussioni economiche causate dalla crisi: non è un caso che il McLaren Group optò per un taglio di ben 1200 dipendenti dei 4000 totali, compresi 60 del settore sportivo legato alla F1.

Nonostante le centinaia di milioni di sterline raccolte dagli azionisti e le 150 milioni di sterline ottenute con un prestito fornito dalla Banca nazionale del Bahrain, la Casa inglese è stata comunque costretta a prendere la clamorosa decisione di mettere sul piatto anche il preziosissimo MTC, e stando alle notizie fornite da SkyUK i vertici McLaren starebbero valutando di cedere una quota di minoranza del reparto corse, in particolar modo quello legato al team di F1.

A giudicare dagli ottimi risultati ottenuti in pista e alla costante crescita mostrata negli ultimi anni, tali notizie risultano a dir poco sorprendenti, soprattutto perché riguardano un’azienda prestigiosa e di rilievo come McLaren.

  •   
  •  
  •  
  •