Gran Premio di Turchia: Pole confermata a Stroll

Pubblicato il autore: Silvia Zanchi Segui

 

Dopo 9 anni la Formula 1 torna ad Istanbul per il quattordicesimo Gran Premio del Mondiale 2020. Hamilton prima ed altri piloti poi, si sono subito lamentati delle condizioni disastrose del circuito dell’Istanbul Park. Ok, che non si usi da anni è evidente ma che sarebbe stato sede di un Mondiale di Formula 1 lo si sapeva certamente da un lasso di tempo sufficiente ed utile ad apportare le opportune migliorie. Vista la totale assenza di grip, venerdì sera vi hanno circolato auto da strada. Per ora la si è risolta così, vedremo i risultati domani.

Gran Premio di Turchia: la griglia di partenza

È Lance Stroll (Racing Point) l’autore del miglior tempo della giornata. Era finito sotto investigazione per non aver rispettato le bandiere gialle che segnalavano il testacoda del compagno di squadra Sergio Pérez. Tutto si è risolto perché aveva effettivamente decelerato  e così la sua prima Pole position in carriera è stata più che confermata. Merito della scelta azzeccata del team che ha deciso per le gomme intermedie sin dall’inizio?

Leggi anche:  Grosjean: sta bene e vorrebbe correre ad Abu Dhabi

Partirà secondo, e promette battaglia, il grintosissimo Max Verstappen mentre è quarto il collega Alexander Albon che sembra aver superato l’ultimo posto al Gp di Imola del 1 novembre. Retrocesso di tre posizioni per il bloccaggio in Q2, Carlos Sainz (McLaren) si trova così in ottava fila. Penalizzato di cinque posizioni Lando Norris che non ha rispettato il regime di doppie bandiere gialle in curva 8.

Lewis Hamilton al momento è sesto ma in fondo il campione può rilassarsi visto quanto ottenuto quest’anno. Ottime le Alfa Romeo con  Kimi Räikkönen ottavo ed Antonio Giovinazzi decimo, in quinta fila.

Vettel ha dichiarato oggi pomeriggio ai microfoni di Sky Sport che per Ferrari è stato difficile fare le qualifiche con la pioggia e che le hanno provate tutte. Il team non si è qualificato nelle Q3 ma ha preso postazioni migliori per via delle penalità inflitte ad altri. E così il pilota tedesco partirà undicesimo e Charles Leclerc dodicesimo. Era stato proprio Sebastian a conquistare la Pole ed a vincere sul circuito turco nel maggio del 2011 con Red Bull. Al secondo posto si classificava l’amico australiano Mark Webber ed al terzo Fernando Alonso su Ferrari. Un terzo posto che oggi, per i tifosi della Rossa, è solo un miraggio. Il monegasco si è espresso sul suo profilo Instagram ufficiale dicendo di esser deluso ma ricordando che la gara è domani.

Leggi anche:  F1, sarà George Russel a prendere il posto di Hamilton nel GP di Sakhir

Dove vedere il GP di Turchia 

Il Gran Premio della Turchia sarà in diretta esclusiva domenica 15 novembre alle 11.10 su Sky Sport F1, canale 207. In differita, in chiaro, la corsa si potrà vedere alle 18.00 su Tv8.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: