F1: perché Verstappen ha restituito la posizione a Hamilton

Pubblicato il autore: Agata Guglietta Segui


Domenica 28 marzo è iniziato ufficialmente il Mondiale 2021 con il Gran Premio di Bahrain. Sul finale di gara Verstappen supera Hamilton, ma dai box arriva l’ordine di restituire la posizione per evitare una penalizzazione dopo aver oltrepassato i limiti della pista in curva 4. Sulla comunicazione della Red Bull ci sono ancora molti dubbi, non possiamo che ricostruire i fatti.

Comunicazione della Red Bull al giro 53

Nella fase cruciale del Gran Premio del Bahrain, il primo della stagione 2021 di Formula1, la Red Bull comunica via radio all’olandese di cedere la posizione al britannico a causa dei Track limits di curva 4. Un fatto che ha portato Hamilton sul podio al primo posto e Verstappen al secondo posto. La questione diventa controversa perché i commissari FIA hanno dichiarato che è possibile andare oltre i limiti in curva 4 senza subire sanzione o cancellazione del tempo ma dall’azione non bisogna comunque trarre vantaggio (punti 21.1 e 21.2 del regolamento di gara). Riportiamo di seguito i punti del regolamento:
21. Track limits
21.1 The track limits at the exit of turn 4 not be monitored with regard to setting a lap time, as the defining limits are the artificial grass and the gravel trap in that location.
21.2 In all cases during the race, Drivers are reminded of the provisions of Article 27.3 of the Sporting Regulations.

La comunicazione precedente

Prima di questo episodio decisivo per il risultato della gara, c’era stata un’altra comunicazione dell’ingegnere che informava Max Verstappen di sfruttare tutta la 4 perché Hamilton stava facendo lo stesso. Questa la risposta secca del pilota olandese:”E’ illegale“. Alla luce dei fatti, resta da capire se è stata la Direzione Corsa a segnalare alla Red Bull di cedere la posizione in tempo reale o se è stata la stessa Red Bull che sperava ancora in un sorpasso e recupero di Verstappen su Hamilton

  •   
  •  
  •  
  •