MotoGP, Rossi Suzuki? Probabile mossa per il 2017

Pubblicato il autore: Jessica C

Rossi-rRossi Suzuki: Valentino potrebbe pensare ad una nuova avventura

Ma quale ritiro?
Valentino Rossi non pensa affatto ad appendere il casco al chiodo e d’altronde ha tutte le carte in regola per non farlo. Dopo la delusione per il mondiale perso quest’anno, molti infatti pensavano che fosse imminente la decisione di ritirarsi.
Tuttavia il Dottore è ancora legato per contratto alla Yamaha fino al 2016 e dopo?
Indubbiamente non sarà facile affrontare la prossima stagione accanto ad un compagno di squadra scomodo come Jorge Lorenzo, colui che biscotto o meno gli ha portato via il sogno del decimo titolo mondiale.

Ecco allora le prime voci secondo le quali, Rossi potrebbe passare in Suzuki nel 2017. La notizia arriva dal sito autorevole Misterhelmet, seguito da molti appassionati. In occasione del Rally di Monza dove ha vinto, Valentino non avrebbe infatti fatto mistero che per il prossimo anno ci saranno molte novità e tra i rivali bisognerà prestare attenzione alla Suzuki “che sta facendo importanti passi avanti”.

E chi c’è come Team manager in Suzuki? Davide Brivio, una figura importante nella carriera di Valentino (è stato lui infatti a volerlo a tutti i costi in Yamaha nel 2004). Quest’anno la casa giapponese, con i suoi piloti Aleix Espargaro e Maverick Vinales si è portata a casa qualche soddisfazione e nel 2016 il livello potrebbe alzarsi notevolmente in modo da poter avere un pilota di punta nel 2017.

Ovviamente sono soltanto supposizioni, tutto dipenderà da come terminerà il mondiale il prossimo anno Valentino. La voglia di riscatto c’è ed è tanta, quel decimo titolo tanto sognato e portato via in poche gare è una delusione che difficilmente passerà e questa rabbia potrebbe trasformarsi in motivazione per riprovarci. E perchè no, provare una nuova avventura per terminare poi la carriera e dedicarsi come già detto da Vale alle quattro ruote visto che anche lì sa dire la sua.

Sono tante le novità per il prossimo anno, le gomme Michelin, il nuovo software ECU; le carte si rimescolano e non è detto che Valentino non abbia la possibilità di vincere il titolo. Certo, dovrà tenere conto dei rivali, in particolare Marc Marquez che vorrà sicuramente rifarsi dopo una stagione tutt’altro che positiva sia per i risultati, sia per il morale. Sono tanti infatti gli haters che continuano a inveire contro lo spagnolo e difficilmente quest’odio passerà anche se Marc e Vale dovessero stringersi la mano. Stessa cosa per Jorge Lorenzo con il quale Rossi dovrà condividere box, dati… Una situazione scomoda. Non va dimenticato poi Dani Pedrosa, autore di una brillante seconda parte di stagione e che guarda al 2016 come l’anno in cui potrà togliersi l’etichetta di “eterno secondo”.

E che dire delle Ducati? Accanto ad Andrea Iannone e Andrea Dovizioso ci sarà infatti Casey Stoner (anche se soltanto come tester ed eventualmente wild card) l’unico capace di portarsi a casa un mondiale in MotoGP con la Desmosedici e acerrimo nemico di Valentino. I due non si sopportano, al di là delle parole di rispetto.

Tuttavia, viene da pensare che questo clima stia diventando troppo pesante per Valentino, e anzichè restare in MotoGP potrebbe anche valutare l’opzione Superbike restando sempre in Yamaha che ritorna il prossimo anno nelle derivate di serie e di cui Rossi sarà tester ufficiale.

Voi cosa fareste al posto di Valentino?

  •   
  •  
  •  
  •