Clamoroso: Valentino Rossi alza il dito medio…

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Valentino Rossi

Ha del clamoroso quello che è successo durante la seconda sessione di prove libere del Gp di San Marino. Sono state scintille quelle scatenate in pista tra Valentino Rossi ed Espargaro. In pista è nata un’incomprensione tra i due che si è conclusa con un dito medio da parte del pesarese. Valentino Rossi ha infatti accusato Espargaro di averlo ostacolato in pista. Così ha spiegato l’incomprensione Valentino Rossi: “Aleix? Non lo capisco. Mi ha visto arrivare, mi ha guardato ed è rimasto in mezzo alla pista. Non so se l’abbia fatto apposta, c’era anche Vinale, ma lui non ha creato ostacolo. Io gli ho detto qualcosa e lui mi ha mandato aff…. Pazienza, sono cose che possono succedere”.
D’altro canto, Espargaro ha raccontato la sua versione: “Mi ha detto di prestare maggiore attenzione. Ho ricevuto la visita del direttore di corsa Mike Webb per parlare dell’accaduto. Mi ha detto di prestare maggiore attenzione. Gli ho chiesto se avevano controllato il video. Mi hanno detto di sì, che non ero al centro della pista e che non l’ho disturbato, ma di prestare maggiore attenzione. Io ho risposto che non presterò maggiore attenzione perché non ho fatto niente. Se Valentino è nervoso dovrebbe bersi una tisana”.
Archiviata la polemica tra i due, si registrano problemi con le gomme di mescola dura per Valentino Rossi, piazzatosi sesto al termine del venerdì di prove libere sul circuiti di casa a Misano. “Stamattina è andato tutto abbastanza bene. Ero veloce con le gomme dure e quindi nel pomeriggio sono ripartito con le stesse, ma con la temperatura aumentata di 15 gradi non funzionava più ed ero in grande difficoltà”, commenta così le sue prove libere il Dottore che ha aggiunto: “Questo è un problema che abbiamo avuto un po’ tutti. Nel finale montata la morbida è andata meglio e sono riuscito a fare il sesto tempo, ma dobbiamo lavorare tanto sul bilanciamento in vista della gara che è di 28 giri. Dobbiamo migliorare per avere un setting che duri più giri”.

 

  •   
  •  
  •  
  •