Dovizioso e la Ducati: binomio vincente?

Pubblicato il autore: Luigi Lencioni Segui


Andrea Dovizioso 
e la Ducati hanno dominato un venerdì di prove libere in Quatar che lascia presagire a risultati clamorosi. Due sessioni e doppio miglior tempo per l’ italiano che vuole confermarsi e provare a mettere il punto esclamativo ad una carriera da protagonista. L’ anno passato si e’ giocato il titolo della moto GP fino all’ ultima gara, oggi ha dominato, se il buongiorno si vede dal mattino.. Una moto costruita a misura di Andrea, per raggiungere un sogno che vale l’ olimpo del mondo dei motori. Il binomio sembra quello giusto, nonostante gli esperti parlino di una Honda superiore. Dovizioso ha raggiunto la maturità per arrivare al titolo, la  Ducati ha assecondato le sue richieste e i risultati si vedono. Dovizioso non lo scopriamo oggi, si tratta di un pilota veloce, ormai maturo capace di capire cosa c’ e’ di buono in una moto. Non ha mai avuto la consapevolezza del campione.

Quest’ anno la Ducati gli ha costruito un vero gioiello, ora tocca a lui farlo sfrecciare nel miglior modo possibile . Nelle prime prove comanda proprio il nostro portacolori. Non potevamo chiedere di meglio. La stagione e’ cominciata!! Ogni elemento telaistico viene nascosto con qualsiasi metodo lecito. Per una volta il progetto vincente e’ stato costruito in Italia? Anche Lorenzo il suo compagno sembra veloce. Molti indizi portano ad un’ ottimismo che sembrava impossibile . Rossi e la Yamaha sembrano arrancare, soltanto le prime prove ufficiali di domani daranno la sentenza definitiva, l’ ottimismo e’ tanto. Il lavoro paga sempre, la sensazione che il binomio Dovizioso e Ducati possa essere vincente comincia a far breccia nel buio del Quatar. Si correrà sotto le luci dei riflettori, come se qualcosa di diverso possa prendere forma. Il terzo incomodo a volte puo’ sparigliare il piatto. Sarebbe la vittoria del Made in Italy contro le superpotenze, qualcosa da ricordare.

  •   
  •  
  •  
  •