MotoGP Giappone prove libere: Dovizioso in testa, Valentino Rossi attardato

Pubblicato il autore: rpm86 Segui


Dovizioso ha messo subito le cose in chiaro nel venerdì delle libere sul circuito di Motegi. Il forlivese della Ducati ha dimostrato di andar forte sia con la mescola soft, sia con quella media. “Desmodovi” ha iniziato il primo turno di libere con una mescola soft, mostrando un buon passo gara. Poi al momento del time attack il ducatista ha utilizzato la mescola media, trovando proprio nel finale il miglior tempo di giornata. Tuttavia Dovizioso ha ribadito il fatto che ci sono alcuni elementi della moto da migliorare.

Nel secondo turno di libere invece, c’è stata la pioggia a guastare i piani ai team e piloti, poichè nessuno è riuscito a migliorare i tempi ottenuti nel corso della FP1. Concludendo il discorso Ducati, c’è stato il forfait di Jorge Lorenzo per questo weekend. Il maiorchino ha provato ad effettuare qualche giro per verificare le sue condizioni di salute, ma il dolore è stato troppo forte per pensare di poter guidare per il resto del weekend.

Tornando ai crono delle FP1, dietro a Dovizioso troviamo Cal Crutchlow con la Honda del team di Cecchinello, seguito dalla Yamaha Tech 3 di Johann Zarco. In quarta posizione invece troviamo il leader del mondiale Marc Marquez. Il pilota di Cervera a girato a poco più di un decimo da Dovizioso, con lo spagnolo che si è reso protagonista dell’ennesimo salvataggio della sua moto.

Tuttavia Marquez ha in mente un unico obiettivo per il weekend, ovvero conquistare il titolo mondiale proprio nel circuito di casa della Honda. Da quanto visto in questo venerdì di libere, per lo spagnolo non sarà semplicissimo battere la concorrenza, capitanata ancora una volta dalla Ducati di Andrea Dovizioso.Per restare in casa Honda HRC c’è da segnalare la zampata di Daniel Pedrosa nel corso delle FP2. Il pilota spagnolo è stato bravo ad utilizzare le gomme d’asciutto nei minuti finali della sessione, nonostante l’asfalto fosse ancora umido in diverse zone del tracciato.

Parlando invece della Yamaha, qui a Motegi c’era grande attesa dopo la buona prestazione in Thailandia. Le buone sensazioni viste sul circuito di Buriram, sono state confermate da Maverick Vinales. L’ex Suzuki oltre ad aver ottenuto un significativo quinto tempo sul giro secco, ha dimostrato un ottimo passo gara nel corso della FP1. Discorso differente per l’altro alfiere di casa Yamaha Valentino Rossi. Il pesarese è sembrato essere in difficoltà, poichè non è riuscito ad andare oltre il nono posto, a quasi un secondo di distacco dalla vetta. Rossi ha provato alcuni setup in vista della gara, in modo tale da limitare il più possibile il consumo degli pneumatici.

Dopo aver parlato dei nostri Dovizioso e Rossi, spendiamo anche due parole per gli altri piloti azzurri. Andrea Iannone con la Suzuki nella classifica combinata dei tempi è sesto, a quasi sette decimi da Dovizioso. Danilo Petrucci e Franco Morbidelli, sono rispettivamente in 17° e 20° posizione, entrambi fuori dalla Q2 per il momento.

Parlando sempre dei colori italiani, troviamo in decima posizione l’Aprilia con Aleix Espargarò, mentre Redding ha ottenuto un buon dodicesimo posto. Nelle FP2 il britannico della casa di Noale, si è tolto la soddisfazione di conquistare la seconda posizione dietro a Pedrosa. A dimostrazione che Redding sulla pista bagnata è sempre molto efficace. Domani il weekend proseguirà con le FP3 e le FP4, mentre le qualifiche si svolgeranno quando qui in Italia saranno le 7.

  •   
  •  
  •  
  •