Motogp, Ezpeleta: “Vogliamo correre da fine luglio a novembre”

Pubblicato il autore: Fosco Taccini Segui


Il mondiale della Motogp, che era stato sospeso a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, potrebbe riprendere a fine luglio.

La Motogp potrebbe tornare in pista alla fine di maggio con una calendario di 12 gran premi. Questo è quanto si apprende da una recente dichiarazione del boss della Dorna, Carmelo Ezpeleta, che ha illustrato tutte le possibili evoluzioni della stagione della Motogp.
Le dichiarazioni del numero uno della Dorma fanno seguito, infatti, a una serie di riunioni avvenute nei giorni scorsi. Le intenzioni per la ripresa della stagione arrivano direttamente dal sito della Motogp: “Toneremo, più forti di prima. Prevediamo di partire dall’Europa“.
La prospettiva esposta dal Ceo della Dorma è la seguente: “Vogliamo correre da fine luglio a novembre, valutando passo dopo passo l’evoluzione della situazione. Poi, valuteremo se si potrà correre fuori dall’Europa da novembre in poi: se non sarà possibile garantiremo un campionato di almeno 10/12 GP“. Tra l’altro,  Ezpeleta ha dichiarato che è al vaglio l’opzione di correre più gare nello stesso circuito – come ipotizzato anche dalla Formula 1 -, ma in due week end consecutivi.
Attualmente, come noto, dal calendario ufficiale sono già stata cancella i gp di: Germania, Olanda e Francia.
Stiamo cercando di creare un protocollo per capire come potrebbero essere le gare senza spettatori e con un numero limitato di perone che lavorano nel paddock“. Ogni team ufficiale, infatti, potrà essere composto da massimo 40 persone, mentre i team satellite potranno avere 25 addetti, e 20 per la Moto2 e 15 per la Moto3. Questa rimodulazione avrà la finalità di avere al massimo 1.600 persone in totale per ciascuno GP.

  •   
  •  
  •  
  •