Moto Gp: Marquez non correrà in Qatar. I medici: “Bisogna essere prudenti”

Pubblicato il autore: Alessia Pina Alimonti Segui


Debutto rimandato per il campione di MotoGp. Marc Marquez, infatti, non correrà in Qatar. Il recupero dall’infortunio procede bene ma i medici ritengono di non rischiare: dopo un così lungo periodo di inattività è prudente evitare gli sforzi che richiedono una gara. Il pilota rimediò l’infortunio al braccio destro proprio nella prima gara dello scorso mondiale. Provò a tornare in sella quattro giorni dopo l’operazione ma si rese conto che la situazione era più grave del previsto. Ora, per non ripetere lo stesso errore si preferisce essere prudenti.

Esordio posticipato, Marquez non correrà in Qatar

Inizio in salita per Marc Marquez che non sarà presente alla prima gara del Motomondiale 2021. La frattura dell’omero nel Gp di Spagna del 2020 continua a dare problemi al pilota. La Honda, infatti, ha comunicato che Marquez non correrà in Qatar, nonostante non ci siano complicazioni nella fase di recupero. I medici del Ruber International Hospital di Madrid hanno deciso che nonostante la buona risposta clinica all’irrobustimento osseo, bisogna essere cauti ed evitare, quindi, di scendere in pista.

Il verdetto dei medici

Dopo l’ultima operazione avvenuta il 3 dicembre e a seguito dei controlli, i medici ritengono soddisfacente gli sviluppi della formazione ossea ma reputano necessario “non accelerare il rientro in pista di Marc Marquez dopo un periodo di così lunga inattività, evitando di mettere a rischio l’omero in attesa di una competizione“. Bisognerà aspettare il 12 aprile per una nuova visita medica.

Le dichiarazioni di Marquez

La brutta notizia non getta nello sconforto il pilota. La spagnolo ha, infatti, dichiarato: “I dottori mi hanno avvisato che la cosa più prudente era di non prendere parte al GP del Qatar e di proseguire con il piano di recupero che abbiamo seguito nelle ultime settimane. Mi sarebbe piaciuto poter partecipare alla gara di apertura del mondiale, ma dovremmo continuare a lavorare per poter recuperare le condizioni ottimali che ci consentono di tornare in competizione“. Gli appassionati di MotoGp  dovranno, dunque, aspettare per vedere Marc duellare in gara con il fratello Alex Marquez.

  •   
  •  
  •  
  •