Europei volley, i risultati della prima giornata dei gironi

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui


Se ne è andata la prima giornata di questi gironi degli Europei di volley che in questi giorni si stanno giocando in Polonia(con una partecipazione di pubblico davvero incredibile: a Varsavia a dintorni la pallavolo è il primo sport nazionale e i tifosi affollano stadi e palazzetti fino all’ultimo posto disponibile). Non sono mancate già le emozioni e le sorprese. Si è aperto questo Europeo giovedì con la pool A che in serata ha visto il grande match di giornata con i padroni di casa della Polonia che, nello stadio di calcio di Varsavia, ha affrontato la corazzata Serbia. Ma i tanti sostenitori sono stati delusi dalla prova della loro squadra che è stata spazzata via da Podrascanin e soci con un netto 3-0 senza appello. Con Luburic a sorpresa al posto di Atanasijevic(per scelta tecnica) Grbic ha messo in campo una formazione capace di giocare un’ottima pallavolo in tutti i fondamentali. I serbi si propongono decisamente come squadra seriamente candidata alla vittoria finale, stando almeno alla partenza. Le altre favorite, infatti, non hanno certo incantato. Non la Polonia, appunto, che è stata tradita dai suoi uomini chiave, Kurek in primis, con percentuali di attacco decisamente sotto la media. De Giorgi ha provato a cambiare qualcosa nel terzo set, ma non è servito a nulla. Non ha impressionato neanche la Francia, campione in carica che, forse sorpresa della giornata, si è dovuta inchinare al tie break al Belgio che dopo l’ottima World League disputata a giugno, si dimostra in buona condizione e si propone di diventare la rivelazione di questo Europeo. Senza Ngapeth, i transalpini hanno perso molto in fase di attacco: il martello di Modena è infatti fondamentale nel risolvere le situazioni più intricate. Dall’altra parte si è fatto notare Van de Voorde: il centrale ormai ex Trento si è reso protagonista di ben 6 muri, risultando il migliore di giornata. Ma Lorenzetti non avrà modo di rimpiangerlo visto che il neo arrivato Jan Kozamernik ne ha messi a referto 5 con la sua Slovenia che ha battuto nettamente 3-0 la Spagna nel gruppo C(lo stesso di Serbia e Polonia) ricordando che comunque loro sono reduci da un argento europeo. Nel gruppo A invece è stata ottima la prova della Russia contro la Bulgaria. Dopo la World League, per l’appuntamento con gli Europei, il c.t. ha richiamato Maksim Mikhaylov. E il gigante dello Zenit non ha deluso: il suo primo colpo è stato un ace che ha fulminato la ricezione bulgara. Una Bulgaria che si è sciolta nel corso della partita e non è riuscita a reggere il passo dei russi che hanno vinto per 3-0. Al tie break viene sconfitta l’Italvolley, invece. Contro la Germania la partita è una delle più belle e tirate viste fin qui. Ma i tedeschi hanno messo qualcosa in più al quinto set dove sono stati più lucidi. Grozer, richiamato da Giani per questo Europeo, è stato il top scorer della prima giornata con 28 punti a referto. Oltre a lui bella la prova del palleggiatore Kamp e dei centrali, sempre attivati molto bene. Tra i nostri si fa notare Mazzone, scelto a sorpresa al centro, e, come al solito, Filippo Lanza, autore di 4 ace e una partita, soprattutto in alcuni momenti del terzo e quarto set, da trascinatore. Gli scontri diretti sono stati, fin qui, decisivi. In alcuni casi si può dire che sono valsi già il primato del gruppo. Ma già oggi comincia la seconda giornata. E si delineerà ancor meglio la situazione delle pool.

  •   
  •  
  •  
  •