Beach Volley: certezza Lupo-Nicolai, nel Femminile chi giocherà con Menegatti?

Pubblicato il autore: Morgana Corti Segui


Il 2017 nel Beach Volley è stato un anno disastroso, l’unica coppia che si è salvata è quella di punta del nostro movimento composta da Lupo-Nicolai che hanno ottenuto l’oro all’Europeo e ben 5 podi durante la World Tour. Per il resto il buio più profondo, le altre coppie italiane hanno deluso le aspettative, soprattutto nel campo femminile dove le ragazze non sono mai riuscite ad entrare tra le prime quattro.

In campo Maschile l’ormai coppia consolidata formata da Lupo-Nicolai dovrà lavorare per continuare ad ottenere buoni risultati sotto la guida del fidato Matteo Vernier ( l’argento olimpico nel 2016, il terzo europeo conquistato nell’estate del 2017 e più di 10 podi nel World Tour).
L’altra coppia maschile era formata da Ranghieri-Carambula, ma i due hanno deciso di “separarsi” ed ora Alex Ranghieri si sta preparando a Tokyo 2020 con Marco Caminati, la nuova coppia azzurra ha ottenuto dei buoni risultati nei vari tornei USA e al Dela Beach Open hanno ottenuto un buon quinto posto. Per la nuova stagione il duo lavorerà insieme a Enrico Rossi, ex compagno di squadra di Caminati e saranno guidati da Marco Pallottelli e Sean Fallowfield.
L’escluso dal progetto federale al momento è mister Skyball Adrian Carambula, che nei scorsi giorni aveva fatto il nome del centrale della Lube Enrico Cester, ma non si può accettare un giocatore sotto contratto con una società, perciò si aspettano novità riguardo il nuovo compagno di Carambula.

Nel femminile invece la situazione è un pò diversa: infatti l’unica certezza è quella di Marta Menegatti che al momento dovrebbe far coppia insieme a Laura Giombini, con cui ha disputato le Olimpiadi a Rio de Janeiro. Ma questa dovrebbe essere una situazione provvisoria perché a luglio tornerà dalla squalifica per doping Viki Orsi Toth, con cui ha fatto coppia Marta Menegatti e questo sicuramente porterà degli svantaggi alla coppia, infatti partiranno con pochissimi punti nel ranking e questo le porterebbe ad incontrare le più forti dei vari tornei.
Ma le coppie azzurre nel femminile non finiscono qui infatti Andrea Raffaelli sta puntando molto sulle “giovani” leve di questo sport e a febbraio ci sarà l’esordio nel torneo ad una stella da parte della coppia Zuccarelli-Traballi.

Sicuramente qualcosa si sta muovendo, soprattutto a livello giovanile e questo è ottimo in vista di Tokyo 2020 ma soprattutto per il futuro di questo sport.

  •   
  •  
  •  
  •