Champions League Volley: Perugia la spunta al tie break su Roeselare

Pubblicato il autore: Manuela Passarella Segui

 

Match lunghissimo martedì sera per Perugia in casa del Roeselare che gioca molto bene in fase break e porta gli uomini di Lorenzo Bernardi al quinto set per la terza giornata della Pool A di Champions League. .
Arriva comunque la terza vittoria consecutiva, ottima in chiave qualificazione, anche se Civitanova ieri sera ha agganciato la vetta dopo il successo contro Fenerbahce Istanbul.
Un match duro per i Block Devils, non nella loro miglior serata: Perugia è andata un po’ a sprazzi, alternando momenti di grande volley ad altri con alcuni errori gratuiti di troppo. Gli umbri non hanno mai mollato, hanno faticato, ma anche lottato con le unghie nel secondo parziale annullando anche due set point al Roeselare ed è uscita di carattere nel tie break portando a casa due punti.
I padroni di casa hanno approfittato dei cali fisici degli ospiti, sfoderando una fase break di alto livello e trovando in Verhanneman e Tuerlinckx due ottimi terminali offensivi.

Atanasijevic, Zaytsev e Podrascanin sono i migliori attaccanti nella metà campo bianconera. E se Magnum e lo Zar sbrigano il lavoro di palla alta (25 i punti dell’opposto serbo, 16 quelli del martello azzurro), il Potke sfodera numeri impressionanti in attacco al centro (67% su 18 palloni) unendo anche due ace e quattro muri. A fine gara esulta Perugia insieme alla rappresentanza di Sirmaniaci, presente anche stavolta nel lontano Belgio. Ed ora, dopo le tappe di Busto Arsizio, Monza e Roeselare, i Block Devils hanno finalmente fatto rientro a Perugia.

“Siamo venuti a Roeselare – ha dichiarato il tecnico di Perugia, Lorenzo Bernardi – per cercare la terza vittoria che era importante per la qualificazione ai playoff. In Champions sappiamo che contano le vittorie, quindi ci prendiamo assolutamente questo 3-2, consci che abbiamo faticato molto. Sapevamo che sarebbe stato un match difficile, in parte ce lo siamo complicato noi perché l’approccio mentale iniziale non ci ha trovato preparati come in altre occasioni, e poi la gara si è fatta complicata. Siamo stati molto bravi nel secondo set a reagire quando il parziale sembrava compromesso, ma in generale dobbiamo essere consapevoli che nessuna gara va affrontata con una attenzione ed un approccio meno importanti rispetto a partite di Superlega. In questo senso questa partita deve servirci da lezione, ma resta comunque una vittoria importante che ci tiene primi nel girone ed era quello che volevamo”.  Adesso, dopo qualche ore di meritato riposo, i bianconeri si rituffano sul campionato perché domenica riaprono le porte del PalaEvangelisti per il testacoda della Superlega contro Sora, giornata di ritorno numero 6 ed ultima prima della pausa per le Final Four di Coppa Italia del 27 e 28 gennaio a Bari. Perugia sarà presente in semifinale con Trento ed andrà a caccia della coccarda tricolore.

KNACK ROESELARE – SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA 2-3
Parziali: 25-21, 25-27, 15-25, 25-21, 12-15
KNACK ROESELARE: Trinidad 2, Tuerlinckx 20, Coolman 14, Van de Velde 8, Verhanneman 16, Kindt 7, Dejonckheere (libero), Van Hirtum 1, Konings 1, Depovere, Fornes. N.e.: Robbe (libero), Orczyk. All. Rousseaux, vice all. Vanmedegael.
SIR COLUSSI SICOMA PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 25, Podrascanin 18, Anzani 6, Zaytsev 16, Russell 14, Colaci (libero), Berger 1, Ricci, Shaw 1. N.e.: Della Lunga, Andric, Siirila, Cesarini (libero). All. Bernardi, vice all Fontana.
Arbitri: Susana Rodriguez Jativa (SPA) – Aro Kenneth (FIN)

 

  •   
  •  
  •  
  •