Nazionale Volley | Il colosso dei trasporti DHL è il nuovo main sponsor

Pubblicato il autore: Simone Mocellin Segui

NANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)La Sala Giunta del CONI è stata la sede delle presentazione della nuova sponsorizzazione per la nazionale italiana di pallavolo. Si tratta dell’azienda leader mondiale del trasporto espresso internazionale DHL Express Italy, che ha siglato un accordo di partnership con la FIPAV fino alle prossime Olimpiadi di Tokyo 2020.
Un nome importante per un progetto di rinascita importante dopo le magre figure delle nostre nazionali maggiori ai recenti europei.

Nell’occasione è stata presentata anche la maglietta – sia quella degli uomini che quella delle donne – che ha suscitato non poche polemiche sui social. A tenere banco la striscia gialla con il logo dell’azienda, giudicata da molti “invasiva” sull’azzurro della maglia della nazionale ideate e prodotte da Errea Sport.

Durante la presentazione sono intervenuti volti importanti dello sport italiano ed in particolare della pallavolo. Uno di questi è stato il Presidente del CONI Giovanni Malagò che è intervenuto con le seguenti parole:

Leggi anche:  Volley: ufficiale la nuova formula della serie B

Voglio fare i complimenti alla pallavolo perché con questa partnership rafforza ulteriormente la propria immagine. Avere un main sponsor del calibro di DHL è un risultato davvero eccellente ottenuto dalla Fipav e testimonia ancora una volta la popolarità e la forza del movimento. Quando un’azienda importante come DHL investe significa che davvero crede nel proprio partner e vedendo i numeri della pallavolo non potrebbe che essere così. Da questo accordo sia la Fipav che DHL hanno delle aspettative molto alte, ma sono convinto che il percorso iniziato oggi e destinato a durare almeno sino alle Olimpiadi di Tokyo riserverà delle soddisfazioni ad entrambi.”

A seguire è intervenuto anche il presidente della Federazione Italiana Pallavolo Bruno Cattaneo, che ha colto l’occasione di ringraziare anche lo sponsor uscente Kinder+Sport come potrete leggere qui di seguito:

Leggi anche:  Volley - 3 su 3 in Champions per Novara: i tabellini degli incontri

Siglare questo accordo per me e per la Federazione è motivo di grande felicità e soddisfazione. Il fatto che un’azienda di livello mondiale come DHL abbia scelto il nostro sport deve inorgoglire tutto il mondo della pallavolo. Sono convinto che alla base della propria scelta ci sia oltre ad un’indubbia passione anche un’analisi approfondita sui numeri che ha il volley. Da sempre per la Fipav gli sponsor sono anche amici con i quali si condividono durevoli e proficui rapporti nel tempo. In questo senso è mio dovere ringraziare Kinder+Sport, per tanti anni sponsor di maglia, con il quale abbiamo vissuto tanti indimenticabili successi. Voglio precisare che comunque non si tratta di un addio, perché Kinder+Sport continuerà ad essere nostro partner per quanto riguarda i progetti del settore Scuola e Promozione. Oltre ai numeri e agli aspetti tecnici sono convinto che DHL abbia sposato la nostra causa anche per i valori che la pallavolo è capace di trasmettere, l’esempio più recente è stata la finale di Coppa Italia maschile. La nostra speranza è che questo nuovo accordo possa essere suggellato da una grande estate delle nostre nazionali, entrambe impegnate nei Campionati Mondiali.”

Leggi anche:  Volley mercato: bentornato Urnaut!

Intervento anche istituzionale dell’AD della DHL Express Italy che ha ricordato quanto l’azienda che rappresenta creda nello sport, facendo riferimento alle altre sponsorizzazioni. La DHL si aspetta di alzare l’asticella ed arrivare oltre l’eccellenza che già la pallavolo azzurra rappresenta.

Davide Mazzanti e Gianlorenzo Blengini, coach delle due nazionali maggiori italiane, erano presenti alla manifestazione e sono stati concordi nel dichiarare di volere migliorare il livello qualitativo ed orgogliosi che un colosso mondiale come DHL abbia deciso di puntare sulle nazionali che loro hanno la fortuna di allenare.

  •   
  •  
  •  
  •