Superlega volley, la seconda giornata di ritorno in 5 punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Perugia si conferma prima

Si conferma prima Perugia che supera l’ostico scoglio rappresentato da Verona. I veronesi hanno però fatto sudare la capolista soprattutto nel secondo set, aggiudicato con un muro dell’ex Birarelli. La Sir si è però dimostrata ancora una volta più forte grazie alle schiacciate di Atanasijevic e soprattutto di Aaron Russell(21 punti per lui con il 79% in attacco). L’ennesima giornata positiva di De Cecco(che regala al pubblico un gran numero in rovesciata) porta in doppia cifra oltre ai due sopracitati anche Podrascanin(11 punti e 67% in attacco) e il neo papà Ivan Zaytsev(12 punti): emozionato, a fine partita, e ancora sveglissimo(le notti insonni ancora non sono arrivate)

Civitanova d’autorità contro Ravenna

Tra le grandi sicuramente quella a impressionare di più è stata Civitanova che ha sconfitto in 3 set, e poco più di un’ora, la Bunge Ravenna. I ragazzi di Medei sono entrati in campo consci della loro forza e hanno giocato una partita in cui hanno sbagliato veramente pochissimo. Sugli scudi Sokolov, migliore in campo in attacco e a muro, Grebennikov, diga di seconda linea, Christenson, ispirato e capace di alcuni colpi di classe passati inosservati e i centrali abili a sfruttare le giuste occasioni. E una Civitanova così può anche fare a meno di un Juantorena non al meglio e di un Sander ancora in panchina per qualche problema fisico.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, finalmente torna a disposizione Tiziana Veglia

Ngapeth da record

Nel bene o nel male Ervin Ngapeth fa sempre parlare di sé. Dopo aver tormentato i sogni natalizi dei tifosi modenesi con sinistri propositi di addio subito rientrati dopo un confronto tra allenatore, dirigenza e lo stesso giocatore, il francese è tornato a occupare il suo posto in campo e a sfornare giocate da fuoriclasse. Nella serata di ieri, nella partita contro Sora, ha superato il record di Mitja Gasperini in un Verona-Padova del 2010 per quanto riguarda gli ace in un solo match(statistica da pillole di volley).  Sono stati infatti 12 i servizi vincenti di monsieur magique che ha letteralmente spaccato un match ostico contro Sora. E che forse hanno fatto tornare definitivamente il sereno a Modena. Fino alla prossima bizza.

A Milano il derby lombardo

Milano sta dando una bella accelerata negli ultimi turni di campionato. Dopo il secco 3-0 inflitto a Latina e il 3-2 subito, ma solo al tie-break, contro Trento, ecco la convincente vittoria contro Monza nel derby lombardo. Gli uomini di Giani si confermano la mina vagante del campionato collocandosi a quota 25 punti al sesto posto del campionato di Superlega volley. Decisivo nuovamente Abdel Aziz, autore di 29 punti con ben 6 ace, non meno di Taylor Averill che, al centro, ha piazzato ben 8 muri vincenti(quanti ne ha fatti Monza in tutta la partita). Il ritorno di Sbertoli al palleggio, dopo l’infortunio patito nella prima parte della stagione sta dando i suoi frutti e continuerà a darne: il palleggiatore classe ’98 è in crescita e tutta la Revivre può crescere con lui in questo girone di ritorno.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Perugia in campo per lasciare l'ultimo posto

Lotta playoff

La fine della regular season, a questa altezza, non è certamente in vista. Rimangono ancora molte partite prima di stabilire la griglia dei playoff. Ma la lotta per accaparrarsi uno degli otto posti è già partita. Posto che le prime 3(Perugia, Modena e Civitanova) hanno acquisito un bel margine di sicurezza, tra Trento quarta e Ravenna nona ci sono solamente 4 punti. Una distanza irrisoria che racchiude tutte le squadre che vogliono continuare il loro cammino in campionato. Ci proveranno fino alla fine Ravenna e Padova, sorprese di stagione, Milano che vuole arrivare tra le prime otto e Piacenza che però dovrà risolvere la propria cronica intermittenza. Un passo avanti, in classifica e non solo, Verona e appunto Trento che però non possono dare nulla per scontato.

  •   
  •  
  •  
  •