Superlega volley, la sesta giornata di ritorno in 5 punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti

Uno dei tanti attacchi vincenti di Andrea Argenta nel corso di Lube-Modena(fonte foto: sito ufficiale Lega volley)

Sir Safety Perugia allunga in testa

Ad approfittare dello stop della Lube nello scontro diretto è la Sir Safety Perugia che vince con un secco 3-0 in casa contro Sora. Bernardi sceglie al centro Ricci al posto di Anzani, ma è sempre Russell che fa la differenza arrivando, unico insieme a Podrascanin, in doppia cifra(12 punti con il 63%). La marcia, impeccabile fin qui nel girone di ritorno, della Sir continua e il vantaggio su Civitanova si allunga a 5 punti. E, a una settimana dalle finali di coppa Italia, è un’altra bella iniezione di fiducia a livello psicologico.

Crollo Lube in casa

La sorpresa del giorno è quella dell’Eurosole Forum. Che Modena vincesse, lo si poteva prevedere visto che l’Azimut è una grande squadra con tantissime individualità vincenti, ma che la Lube non riuscisse a strappare nemmeno un set, non l’avrebbe pronosticato neanche il più pessimista tra i tifosi. Invece i padroni di casa hanno alzato bandiera bianca non riuscendo a reagire ai colpi di un avversario che ha reso la partita dura, tirata e spettacolare per tutto il tempo. La difesa, vero marchio di fabbrica della formazione di Medei, non ha funzionato e il contrattacco ha spesso fallito le chance di portarsi avanti. E se a ciò si aggiunge una giornata non fortunatissima per Sokolov(solo 10 punti) non basta il pur ottimo Cester a mandare avanti la baracca. Necessario ora dimostrare che è stato solo uno scivolone.

Argenta d’oro

Si scusi il gioco di parole, ma ieri sera in campo si è ammirato un opposto che non ha fatto per nulla rimpiangere Sabbi. Andrea Argenta è stato, insieme a Urnaut, protagonista del trionfo Modena in terra marchigiana. Spariti i balbettii delle prime uscite(su tutte quella di Monza dove fu sostituito da Pinali), Argenta è stato servito con continuità da Bruno sin dal primo set e si è dimostrato caldissimo. Alla fine il tabellino recita 15 punti con il 78% di efficienza, 3 muri punto e un ace: numeri importantissimi per un ragazzo che potrebbe essere il futuro della pallavolo italiana.

Derby dell’Adige va a Trento

Si riscatta Trento dopo il brutto scivolone in casa contro Civitanova. I ragazzi di Lorenzetti sono andati a vincere contro Verona prendendosi il quarto posto. Protagonista assoluto Uros Kovacevic che, dopo la prima murata presa, mette a terra ben 26 punti con il 58% di efficienza in attacco. Trento si aggrappa a lui e a Eder che realizza altri 3 ace e 2 muri. La Diatec si affida a loro due per le final four di coppa Italia della prossima settimana.

Che rimonta di Piacenza!

Nel secondo anticipo della sesta giornata di ritorno della Superlega volley c’è stata una bella e importante rimonta della LPR Piacenza ai danni di Milano, in uno scontro diretto per gli ultimi biglietti disponibili in chiave playoff. Sembrava tutto facile per la Revivre che aveva chiuso i primi due set in sicurezza e con un buon vantaggio. Ma Giani e i suoi ragazzi non avevano fatto i conti con l’immortale Alessandro Fei che, poche settimane dopo la grande prestazione contro Modena, si ripete mettendo a segno ben 24 con il 51% e 4 ace. E dimostrando, una volta di più, la sua classe eccezionale

  •   
  •  
  •  
  •