Superlega volley, la sesta giornata di ritorno in 5 punti

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui

Uno dei tanti attacchi vincenti di Andrea Argenta nel corso di Lube-Modena(fonte foto: sito ufficiale Lega volley)

Sir Safety Perugia allunga in testa

Ad approfittare dello stop della Lube nello scontro diretto è la Sir Safety Perugia che vince con un secco 3-0 in casa contro Sora. Bernardi sceglie al centro Ricci al posto di Anzani, ma è sempre Russell che fa la differenza arrivando, unico insieme a Podrascanin, in doppia cifra(12 punti con il 63%). La marcia, impeccabile fin qui nel girone di ritorno, della Sir continua e il vantaggio su Civitanova si allunga a 5 punti. E, a una settimana dalle finali di coppa Italia, è un’altra bella iniezione di fiducia a livello psicologico.

Crollo Lube in casa

La sorpresa del giorno è quella dell’Eurosole Forum. Che Modena vincesse, lo si poteva prevedere visto che l’Azimut è una grande squadra con tantissime individualità vincenti, ma che la Lube non riuscisse a strappare nemmeno un set, non l’avrebbe pronosticato neanche il più pessimista tra i tifosi. Invece i padroni di casa hanno alzato bandiera bianca non riuscendo a reagire ai colpi di un avversario che ha reso la partita dura, tirata e spettacolare per tutto il tempo. La difesa, vero marchio di fabbrica della formazione di Medei, non ha funzionato e il contrattacco ha spesso fallito le chance di portarsi avanti. E se a ciò si aggiunge una giornata non fortunatissima per Sokolov(solo 10 punti) non basta il pur ottimo Cester a mandare avanti la baracca. Necessario ora dimostrare che è stato solo uno scivolone.

Leggi anche:  Luigi Mastrangelo a SuperNews: "Fefé De Giorgi grande tecnico, non mi è piaciuto il trattamento riservatogli in campionato. Per questa Nazionale un futuro pazzesco. Juventus? Con Allegri l'inizio stagione è sempre un po' "diesel"..."

Argenta d’oro

Si scusi il gioco di parole, ma ieri sera in campo si è ammirato un opposto che non ha fatto per nulla rimpiangere Sabbi. Andrea Argenta è stato, insieme a Urnaut, protagonista del trionfo Modena in terra marchigiana. Spariti i balbettii delle prime uscite(su tutte quella di Monza dove fu sostituito da Pinali), Argenta è stato servito con continuità da Bruno sin dal primo set e si è dimostrato caldissimo. Alla fine il tabellino recita 15 punti con il 78% di efficienza, 3 muri punto e un ace: numeri importantissimi per un ragazzo che potrebbe essere il futuro della pallavolo italiana.

Derby dell’Adige va a Trento

Si riscatta Trento dopo il brutto scivolone in casa contro Civitanova. I ragazzi di Lorenzetti sono andati a vincere contro Verona prendendosi il quarto posto. Protagonista assoluto Uros Kovacevic che, dopo la prima murata presa, mette a terra ben 26 punti con il 58% di efficienza in attacco. Trento si aggrappa a lui e a Eder che realizza altri 3 ace e 2 muri. La Diatec si affida a loro due per le final four di coppa Italia della prossima settimana.

Leggi anche:  Europei pallavolo maschile , un'Italia da sogno si conquista la finale

Che rimonta di Piacenza!

Nel secondo anticipo della sesta giornata di ritorno della Superlega volley c’è stata una bella e importante rimonta della LPR Piacenza ai danni di Milano, in uno scontro diretto per gli ultimi biglietti disponibili in chiave playoff. Sembrava tutto facile per la Revivre che aveva chiuso i primi due set in sicurezza e con un buon vantaggio. Ma Giani e i suoi ragazzi non avevano fatto i conti con l’immortale Alessandro Fei che, poche settimane dopo la grande prestazione contro Modena, si ripete mettendo a segno ben 24 con il 51% e 4 ace. E dimostrando, una volta di più, la sua classe eccezionale

  •   
  •  
  •  
  •