Play Off Superlega, Perugia-Ravenna: le probabili formazioni e come seguirla

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui

“Sicuramente è la partita più importante della stagione, una partita da dentro o fuori. Siamo abituati a giocare questo tipo di gare, siamo concentrati e ci stiamo preparando al meglio. Invito i nostri tifosi a venire più numerosi possibile al palazzetto perché certamente ci servirà il loro aiuto per raggiungere la semifinale”. Niente meglio delle parole della vigilia di Aleksandar Atanasijevic spiegano l’importanza del match di domani per la Sir safety Conad Perugia! Arriva al PalaEvangelisti (si comincia alle ore 18:00) la Bunge Ravenna per gara 3 dei quarti di finale scudetto, partita chiave nella stagione dei Block Devils che dovranno meritarsi sul campo l’accesso alla semifinale. Oggi la squadra sosterrà l’allenamento tecnico a Pian di Massiano e domattina la “prova generale” prima di scendere in campo nel pomeriggio in un PalaEvangelisti che dovrà essere il famoso “uomo in più”. Prevendita robusta in questi giorni e domani prevista importante cornice di pubblico con i Sirmaniaci carichi a mille. Perugia e Ravenna arrivano entrambe dal vittorioso infrasettimanale europeo.

Leggi anche:  Allianz Powervolley Milano: gara 3 contro Verona per l'accesso ai Playoof

Perugia-Ravenna, le scelte di Bernardi e Soli

I Block Devils hanno superato l’HalkBank Ankara e staccato il pass per i Playoff 6 di Champions League. La Bunge ha espugnato al golden set il campo del Maliye Piyango Ankara e conquistato la finale di Challenge Cup. In generale i romagnoli stanno attraversando un periodo di forma eccellente e se la giocheranno a viso aperto con l’opposto Buchegger osservato speciale. Dal canto loro i bianconeri di Lorenzo Bernardi hanno ripreso vigore ed entusiasmo dal mercoledì di coppa e vogliono dimostrare tutto il loro valore. Probabile conferma per i “soliti sette” per Bernardi con la diagonale di posto due De Cecco-Atanasijevic, Podrascanin ed Anzani al centro, Zaytsev e Berger schiacciatori e Colaci libero. Formazione usuale anche per Soli, tecnico Bunge, che recupera Marechal in coppia con Poglajen in posto quattro. Orduna in regia, Buchegger opposto, Georgiev e Diamantini al centro e Goi libero gli altri cinque al fischio d’inizio. La posta in palio è altissima, la tensione domani andrà gestita e la qualità del gioco espresso in campo sarà determinante. Perugia sa di che pasta è fatta, le due coppe, il primo posto in regular season ed i quarti di Champions non si prendono per caso. Domani non scendono in campo, è chiaro. Lo faranno i ragazzi che vogliono questa vittoria perché non vogliono smettere di sognare!

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, una splendida Busto raggiunge Novara e Conegliano in semifinale

Perugia-Ravenna, come seguirla

DIRETTA RADIOFONICA SULLE FREQUENZE DI UMBRIA RADIO

La voce di Francesco Biancalana direttamente dalla tribuna stampa del PalaEvangelisti racconterà live domani alle ore 18:00 Perugia-Ravenna sulle frequenze di Umbria Radio (a Perugia 92.0 e 97.2), network radiofonico ufficiale della Sir Safety Conad Perugia.

PROGRAMMAZIONE SU TEF CHANNEL

Tef Channel (canale 12 della piattaforma digitale), televisione ufficiale della Sir Safety Conad Perugia, sarà al PalaEvangelisti domani pomeriggio con le proprie telecamere per il consueto post partita. La replica del match andrà in onda lunedì alle ore 23:15 circa sul canale 12. Martedì invece, con inizio alle 21:30 sul canale 12 e sul canale 831 di Sky, c’è “Sottorete”, il programma di approfondimento condotto da Marco Cruciani.

DIRETTA TV SU RAISPORT

Leggi anche:  Champions League pallavolo femminile, una splendida Busto raggiunge Novara e Conegliano in semifinale

Il match di domani tra Perugia e Ravenna sarà visibile in diretta tv su Raisport a partire dalle ore 18:00 con il commento di Maurizio Colantoni ed Andrea Lucchetta.
.

Perugia-Ravenna, le probabili formazioni

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco-Atanasijevic, Podrascanin-Anzani, Zaytsev-Berger, Colaci libero. All. Bernardi.
BUNGE RAVENNA: Orduna-Buchegger, Georgiev-Diamantini, Poglajen-Marechal, Goi libero. All. Soli.

Arbitri: Gianni Bartolini – Stefano Cesare

  •   
  •  
  •  
  •