Serie B Volley: Treviso piega Trebaseleghe al quinto nel derby veneto

Pubblicato il autore: Volley Treviso Segui


Volley Serie B. Vittoria per Treviso nel derby veneto con Trebaseleghe. Trascinato da Monari e un Dal Col insuperabile a muro (8 a fine partita), Treviso si è imposta contro un avversario che nelle sue file annovera 6 ex e che  non ha mai mollato una palla. Ne è uscita una partita spettacolare ed emozionante dove  i giovani ragazzi orogranata  hanno  dato tutto quello che avevano in corpo per vincerla.

Primo set con il Silvolley che si porta subito avanti con un muro di Antonello 0-3, con Monetti in attacco e Libralesso a muro allunga 9-14,  con Ostuzzi e Dal Col a muro Treviso si avvicina 19-20, con Dal Molin Silvolley allunga e chiude il set con Monetti. Nel secondo è Treviso che si porta avanti 5-2, viene raggiunto sul 13 pari con Durigon in evidenza, è Monari che riporta a più 3 Treviso, da un errore arbitrale evidente , e le conseguenti proteste con giallo e rosso, il Silvolley si porta sul 17-18, Treviso è brava a non perdere la testa , con un ace di Dal Col , Monari in attacco e un errore degli avversari si porta sul uno pari. Nel terzo con  Pol in attacco e  Monari a muro  Treviso va sul 6-2, è Durigon e Libralesso  a muro a ridare la parità, 9-9, è Antonello con due primi tempi a fare il break decisivo , ed un errore di Treviso mette fine al set.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Cuneo aggiorna sull'infortunio di Degradi

Il quarto è molto equilibrato, le difese hanno la meglio sugli attacchi e le due squadre danno vita a dei scambi spettacolari, al 17 è ancora parità. È Tonello a muro  e Pol ad allungare per Treviso che chiude e pareggia i conti dei set con Monari. Nel tie break è un ace di Ostuzzi a fare un mini break , al cambio campo è 8-7 per i padroni di casa, con Zanatta e Dal Col il Treviso allunga definitivamente, il Silvolley non ha più la forza di reagire e con un muro dell’indomabile Monari Treviso va a chiudere una bellissima  partita giocata con ardore da entrambe le squadre .

  •   
  •  
  •  
  •