Volley femminile serie A1, il percorso di Busto Arsizio che ha portato alla semifinale scudetto

Pubblicato il autore: Antonio Villani Segui


Le farfalle si stanno preparando per la sfida contro Novara, mancano ormai poche ore alla semifinale scudetto  , gara 1 sarà il giorno di Pasquetta al PalaIgor. C’e’ naturalmente grandissima soddisfazione in tutto l’ambiente per il prestigioso traguardo raggiunto e che si e’ ottenuto attraverso un percorso non semplice che ha visto nel corso della stagione diversi alti e bassi ma che ha reso evidente un aspetto che Piccinini e compagne faranno bene a non trascurare, queste farfalle non mollano facilmente e sono in grado di rialzarsi da situazioni difficili.
Rivediamo il percorso che ha accompagnato le ragazze di Mencarelli a questa semifinale scudetto.
Grande l’entusiasmo a inizio stagione, importanti volti nuovi e un coach esperto come Mencarelli confermato alla guida del gruppo. Si crede molto nel progetto Club Italia perché a rinforzare il gruppo delle farfalle arrivano Vittoria Piani, Alexandra Botezat e Alessia Orro, palleggiatrice talentuosissima sulla quale punta tanto anche la nazionale e che avrà una carriera certamente in continua crescita. Per lei l’occasione fondamentale di ricoprire un ruolo da protagonista in uno dei club più blasonati d’Italia.
L’inizio di stagione e’davvero  positivo, alla giornata d’esordio e’ vero che e’ arrivata una sconfitta, ma al tie-break e in trasferta delle campionesse d’Italia in carica, proprio quella Novara che si affronterà ora in semifinale scudetto. I segnali buoni ci sono tutti , non a caso nelle giornate successive arrivano diverse vittorie , alla seconda giornata al PalaYamamay arriva un netto 3-0 contro la neopromossa Filottrano , alla terza giornata il primo successo esterno, espugnato il PalaPanini al tie-break. L’entusiasmo nel gruppo cresce, la squadra gioca bene, i nuovi innesti funzionano, Orro regge bene la pressione di un grande club, sembra pronta a svolgere un ruolo da protagonista. Arrivano altri successi, vittoria alla quarta giornata in casa 3-1 contro Bergamo, altra trasferta vittoriosa alla Candy Arena contro Monza 1-3. Questa Busto comincia a far paura alle grandissime del campionato, Novara e Conegliano, alla sesta giornata altro 3-0 casalingo convincente contro una neopromossa, Legnano. Il turno successivo le farfalle si devono inchinare a Conegliano, ma anche in questo caso e’ vera battaglia, Orro e compagne perdono al tie-break. La reazione a questo stop e’ impressionante, Busto vince in successione contro Firenze, Pesaro e Casalmaggiore. Il girone di andata si chiude con la sconfitta in casa al tie-break contro Scandicci. Un limite di quest’andata il fatto di aver perso contro tutte le pretendenti alla vittoria dello scudetto.
Il ritorno inizia male , comincia un periodo di crisi, sconfitte contro Novara e Filottrano nelle prime due giornate, vittoria in casa contro Modena, ma ulteriore stop in trasferta a Bergamo. Sembra che le farfalle abbiano perso smalto, la vittoria in casa contro Monza e’ cancellata subito dalla peggiore partita dell’anno, il 3-1 subito nella trasferta di Legnano seguita da un secco 3-0 al PalaVerde. Anche il finale di regular season mostra continui alti e bassi che preoccupano Mencarelli, al successo convincente in casa all’8.a di ritorno contro Firenze segue la trasferta negativa di Pesaro dove arriva un 3-0. Le farfalle non trovano regolarità di risultati, bel 3-0 alla penultima partita contro la Pomì, ma nuova caduta a fine regular season al tie-break nella trasferta di Scandicci.
In classifica si conclude al quarto posto, l’avversaria arrivata quinta che si incontrerà ai quarti play off scudetto e’ Monza.
Il resto e’ storia recente, una Busto che sembra rinata , risorge dalle ceneri dopo aver perso gara 1 quarti play-off scudetto agguanta la semifinale.
A partire da lunedì scopriremo come continuerà il percorso di queste farfalle.

  •   
  •  
  •  
  •