Igor Gorgonzola, parla il Patron Leonardi: “4 atlete in partenza”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Ci saranno ripercussioni sull’organico per la Igor Gorgonzola che dopo un’ottima stagione ha praticamente dilapidato il vantaggio sull’Imoco Volley perdendo la finale scudetto. Lo scettro tricolore ritorna così alle venete che l’avevano abbandonato dopo l’avvento di Mazzanti in nazionale. Bel trionfo per il giovane coach delle pantere che ha saputo prendere in mano un’eredità importante.

“Abbiamo affrontato la finale con qualche giocatrice un po’ stanca. Sulle quattro gare è giusto che la vittoria sia andata all’Imoco. Noi avremmo certamente potuto fare qualcosa di meglio”.

Parole dure del proprietario Leonardi che non ha ben digerito la sconfitta finale. Pur facendo i complimenti all’Imoco non si trattiene dal bacchettare un po’ la sua squadra, che pur si è comportata benissimo. Dello stesso avviso anche Eraldo Peccetti, main sponsor e membro del comitato tecnico della Igor Novara:

“Conegliano ha meritato di vincere il tricolore. La nostra squadra è arrivata alla finale forse un po’ stanca. Sono comunque abbastanza soddisfatto della stagione: la Supercoppa italiana e la Coppa Italia in bacheca ci consolano dell’eliminazione dalla Champions league e del ko in finale”.

Più tenue il giudizio del main sponsor che riconosce comunque alla squadra di Francesca Piccinini e di Cristina Chirichella il fatto dia ver portato comunque in bacheca due trofei, oltre a un buon cammino in Europa e a una finale scudetto.

“Mi è spiaciuto vedere poco in campo due giocatrici come Sara Bonifacio e Stephanie Enright ma, d’altronde, è l’allenatore a vederle all’opera per l’intera settimana: nessun meglio di lui può valutare chi merita di essere impiegato. Per la prossima stagione tutto a tempo debito, ora è il momento di lavorare e non di rincorrere le chiacchiere”.

Mercato quindi tutto da giocare secondo le parole del main sponsor.

Igor Gorgonzola: le mosse del mercato

Sono numerose le mosse di mercato in uscita che verranno fatte. Sicure di rimanere sono Celeste Plak, Stefania Sansonna, Cristina Chirichella, Paola Egonu e Anthi Vasilantonaki, tutte sotto contratto con la capitana Chirichella che è ormai il simbolo di Novara e Paola Egonu che è il suo astro nascente, così come in nazionale. Le sicure partenti saranno invece Giorgia Zannoni, Lauren Gibbemeyer, Stephanie Enright e Sara Bonifacio, tutte atlete che hanno avuto pochissime occasioni per mettersi in mostra per incomprensioni tecniche con il coach. Le stesse cose in pratica che diceva il dirigente Eraldo Peccetti. In dubbio le pallavoliste Letizia Camera e Katarzyna Skorupa, che vedono le possibilità di rimanere molto assottigliate dopo la sconfitta in finale. Altre strade potrebbe prendere anche Francesca Piccinini, che ha sempre mostrato amore per Novara in questa stagione ma che potrebbe non trovare un buon accordo economico, essendo, come ben si sa, una gregaria di lusso e di grandissima esperienza. Tra i possibili arrivi menzioniamo Stefana Veljkovic, dal Chemik Police in Polonia, Federica Stufi e Michelle Bartsch dal Busto Arsizio, Francesca Marcon (Bergamo), e Yamila Nizetich (Pesaro). Le due atlete del Busto, si sono sapute mettere in grande mostra durante le semifinali, e di conseguenza sono finite sotto i riflettori della società piemontese che punta a un rinnovamento.

  •   
  •  
  •  
  •