Volley mercato: Gaspari alla Pomì, Falasca a Monza, Malinov a Scandicci e la Herbots a Busto

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Grandi colpi nel volley mercato 2018 con Ofelia Malinov che sceglie Scandicci per rilanciarsi dopo il brutto anno vissuto a Bergamo e Marco Gaspari chiamato a riportare in alto il Casalmaggiore, reduce da una stagione catastrofica. Anche il Suagella cambia coach e si affida all’argentino Falasca, mentre le farfalle si affidano, per l’attacco, alla giovanissima e talentuosa schiacciatrice belga Britt Herbots, 18 anni.

Volley mercato: Marco Gaspari a Casalmaggiore

Era costretta a scegliere il meglio per la panchina il Casalmaggiore e per questa ragione ha puntato su marco Gapsari, tecnico giovane ma di grandissimo talento e di grande fermezza, quello che serve alla Pomì. Il nuovo coach è annunciato dal presidente VBC Massimo Boselli Botturi che ha appena rinnovato il rapporto tra il Casalmaggiore e il marchio Pomì:

“Siamo legati da dieci anni al marchio Pomì e ci teniamo molto a portarlo sulla nostra maglia. Grazie a tutti perchè, oltre all’ufficializzazione del title sponsor, sarà bello vederci tutti insieme per intraprendere le nuove sfide che ci attendono nella stagione 2018/2019. Ringraziamo anche Marco Gaspari, il nostro nuovo allenatore, che abbiamo fortemente voluto e cercato, uno degli allenatori italiani più giovani e di successo. L’abbiamo incontrato tante volte da avversario e ne abbiamo ammirato le capacità così lo abbiamo voluto come nostro condottiero.”

Contento della grande occasione il nuovo allenatore gaspari:

“Sono felice di essere in questa, per me, nuova famiglia di cui ho sentito tante belle cose nel passato, di cui ho visto tanti successi. Casalmaggiore è stata negli ultimi anni la culla dei migliori allenatori europei quindi per me è un onore essere qui e fare parte di questa società. Sono consapevole anche che non sarà facile, dovremo ricostruire l’entusiasmo sia qui che che tra i tifosi che ho sempre sentito caldissimi. Da parte mia vi assicuro tanta volontà e tanta voglia di riportare la Pomì dove merita.”

Volley mercato: Malinov, Falasca e Herbots i colpi

Grandi colpi di mercato per il Saugella Monza che ingaggia il tecnico argentino Miguel Àngel Falasca, uno dei migliori allenatori sul mercato che lancia subito un messaggio d’amore alla società lombarda:

“Sono molto felice per questa nuova importante avventura. Ho accettato perché è una sfida stimolante che cercherò di portare avanti con il massimo impegno ed entusiasmo.  Ringrazio il presidente Alessandra Marzari ed il direttore sportivo Claudio Bonati per l’opportunità che mi hanno dato. Arrivare sulla panchina di una squadra che nell’ultima stagione ha ottenuto grandi risultati non è cosa da poco, visto che partiamo da una base importante che ci permetterà di essere competitivi”.

Grande colpo per le farfalle che ingaggiano il nuovo talento della pallavolo europea, Britt Herbots che si presenta subito alle farfalle al Palaymanay:

“Sono molto felice di giocare l’anno prossimo per Busto Arsizio, ho sentito un sacco di grandi cose e non vedo l’ora di arrivare in Italia! Ho avuto una fantastica esperienza in Francia nel Mulhouse, ero in un club dove mi sentivo come a casa, tutti erano come una famiglia: il campionato è stato duro, abbiamo lavorato bene ed avevamo anche la Champions League, competizione in cui abbiamo potuto giocare contro i top teams: ero davvero felice di mettermi alla prova a livelli così alti. So che in Italia il campionato è composto da tante squadre molto forti e che sarà difficile, ma come ho già detto, non vedo l’ora di poter migliorarmi ancora l’anno prossimo in un nuovo ambiente. Combatteremo per fare grandi cose la prossima stagione! Sono contenta del fatto che alla UYBA sarò insieme alla mia connazionale Kaja Grobelna: lei è una grande giocatrice e la ragazza più dolce che abbia mai conosciuto: lavora sodo, dà sempre il 200%! Ci divertiremo insieme!”.

Per la Malinov Scandicci potrebbe rappresentare il rilancio dopo le delusioni con la Foppapedretti e soprattutto dopo l’annata non certo esaltante all’Imoco. Tutta l’Italia l’ha attende.



  •   
  •  
  •  
  •