Volley, Nations League: l’analisi del weekend azzurro (25-27 maggio)

Pubblicato il autore: Marco Roberti Segui


Comincia finalmente oggi la Volleyball Nations League che vedrà impegnata l’Italia di volley nei prossimi 4 weekend in giro per il mondo. La competizione dovrà servire da stimolo per la truppa di Blengini per preparare al meglio il Mondiale che si giocherà tra Bulgaria e proprio Italia il prossimo settembre. La competizione servirà inoltre per testare una nazionale nella quale molte sono le novità rispetto alla passata annata, conclusa con una World League pessima e un Europeo finito contro il Belgio nei quarti di finale. Ci sarà il ritorno di Zaytsev e Juantorena che dovranno dare il loro contributo per far crescere il livello di gioco complessivo. Per lo zar sarà un ritorno anche nel suo ruolo naturale dopo l’esperienza(fruttuosa perché ha portato a 3 titoli) in posto 4.
La prima avversaria sarà la Germania di Andrea Giani, vice campione d’Europa lo scorso settembre piuttosto a sorpresa. I tedeschi sono una squadra sottovalutata composta da elementi giovani e di sicuro valore come Kampa o Schott e alcuni vecchi lupi di mare come Grozer che portano qualità ed esperienza a tutto il gruppo. Lo scorso anno, all’Europeo, nella gara inaugurale del girone, finì con un tiratissimo 3-2. Bisogna però partire bene perché i due impegni successivi saranno ancor più ardui.

In primis il Brasile, campione olimpico in carica, che tra le sue fila annovera alcuni tra i più grandi giocatori del mondo. Ci sarà in cabina di regia Bruno Rezende, passato, al termine di una turbolenta vicenda di mercato, dall’Azimut Modena alla Lube Civitanova nell’ultima settimana. Ci sarà, sempre per parlare di giocatori passati in Superlega, anche Eder Carbonera, appena tornato in patria dopo la positiva esperienza a Trento. Ma non solo loro due: le armi offensive sono tante e ben affilate a cominciare da Wallace de Souza fino a Lucas, imponente centrale che con Bruninho ha un’intesa ben affiatata sin dalla loro comune militanza tra le fila di Modena.
Infine la domenica sarà la volta della Serbia, padrona di casa: la squadra balcanica è una delle più temibili e si presenta ai nastri di partenza di questa lunga estate come una delle possibili protagoniste in vista anche del Mondiale(dove giocherà a Bari contro, tra le altre, Stati Uniti e Russia). Una formazione che fa della fisicità la sua arma migliore, ma che è anche piena di talento e di classe pura. È difficile trovare un punto debole alla formazione di Nikola Grbic ed è lungo elencare quali siano i punti di forza. Dal muro invalicabile con la coppia Podrascanin-Lisinac, alle magie di Kovacevic in banda, fino ad arrivare alla potenza di Atanasijevic in posto 2(anche se l’anno scorso agli Europei gli venne spesso preferito Luburic).
Come primo weekend di gare, gli azzurri hanno dei match molto impegnativi, quindi. Ma in questa fase più importante delle vittorie sarà trovare un’unità di gruppo e intenti. In questo senso sarà interessante che sestetto metterà in campo Gianlorenzo Blengini per cominciare a progettare un estate di fuoco

Volleyball Nations League, gli appuntamenti dell’Italia

Venerdì 25 maggio ore 17:00
Italia-Germania
Sabato 26 maggio ore 16:00
Italia-Brasile
Domenica 27 maggio ore 19:00
Italia-Serbia

  •   
  •  
  •  
  •