Mondiali Pallavolo femminili: l’Italia travolge il Canada, azzurre inarrestabili

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Foto Getty Images© per SuperNews

Le azzurre di Mazzanti sembrano inarrestabili ai mondiali volley femminile in Giappone, dopo la Bulgaria cade infatti anche il Canada, avversario più quotato allenato da una vecchia conoscenza del campionato italiano, Marcello Abbondanza, che è stato coach della Pomì Volley la scorsa stagione.

Niente da fare per le americane che trovano un’Italia determinata e attenta su ogni pallone che non lascia assolutamente scampo alle avversarie. 3 a 0 il tabellino finale con i parziali di 25-15, 25-15, 25-18, a testimonianza che pochissimo è stato concesso al povero Canada, che ha saggiato gli attacchi della Bosetti, di Miriam Sylla e della solita Paola Egonu, 17 punti per lei, nuovamente top scorer. L’opposto del Novara si presenta a oggi come miglior realizzatrice azzurra e fiore all’occhiello della pallavolo italiana assieme alla palleggiatrice Ofelia Malinov, al suo primo torneo internazionale con la maglia azzurra dato che per scelta tecnica alle Olimpiadi di Rio le fu preferita Alessia Orro dal tecnico Bonitta, e dovette saltare gli europei per infortunio.

Ofelia si sta dimostrando la mente pensante della squadra, nonostante l’esordio mondiale, e assieme a Egonu rappresenta la coppia d’oro azzurra, il tutto poi coadiuvato dalle più esperte Sylla e Bosetti e soprattutto dal capitano Cristina Chirichella, impeccabile in ogni giocata e cuore di questa nazionale che potrebbe regalare delle soddisfazioni ai propri tifosi.

Applausi anche per il coach Davide Mazzanti, che ha avuto l’occhio lungo nello scegliere queste atlete e a farle amalgamare assieme come una squadra, cosa fondamentale quando si affrontano tornei del genere. Nella pallavolo anche se gli schemi sono semplici occorre infatti avere sintonia tra le pallavoliste, cosa non semplice da trovare se non ci sono molte occasioni per giocare assieme. Il coach azzurro è riuscito a creare un gruppo solido che si cerca e si conosce nelle giocate, quello che serve per fare una bella pallavolo.

  •   
  •  
  •  
  •