Volley, Torneo di Montreux: Egonu e Ortolani affondano la Cina

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui
NANJING, CHINA - AUGUST 06: #5 Ofelia Malinov, #6 Moncia De Gennaro, #7 Raphaela Folie, #9 Caterina Bosetti and team mates of Italy celebrate a point during the final match between Brazil and Italy during 2017 Nanjing FIVB World Grand Prix Finals on August 6, 2017 in Nanjing, China. (Photo by Zhong Zhi/Getty Images)

Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

Funziona la coppia d’attacco inedita Ortolani-Egonu, due opposti assieme al Torneo Internazionale di Montreux che hanno permesso il trionfo sulle campionesse olimpiche della Cina, impresa che era già stata fatta durante questa Estate e che è stata ripetuta a dimostrazione di come, quando l’Italia è in giornata, non dia scampo a nessuno.

3 a 0 il risultato finale che fa ben sperare per i mondiali volley in Giappone e che cancella la brutta serie di sconfitte di seguito in cui la nazione di Mazzanti si era imbattuta. 25-20; 25-13; 25-13 i parziali del match a testimonianza di una totale padronanze di campo delle azzurre, anche se, per dovere di cronaca, occorre precisare che la nazionale cinese ha giocato con una formazione rimaneggiata priva di diverse stelle tra cui Zhu Ting.

Nonostante la brutta sconfitta rimediata, come spesso accade, contro la Turchia di Guidetti, grazie alla vittoria contro le campionesse olimpiche della Cina le azzurre rimangono in corsa per la semifinale del torneo. Prossimo avversario è infatti la Svizzera, padrone di casa ma alquanto modesta come nazionale e quindi alla portata delle azzurre. Probabilmente è il match ideale per poter mettere in campo qualche nuova strategia e provare le giocatrici che hanno avuto meno possibilità di mettersi in mostra.

Torneo Internazionale di Montreux: l’Italia col modulo a due opposti

Novità della giornata, messa in campo dal coach azzurro Davide Mazzanti, è stato il modulo a due opposti, con Serena Ortolani in posto 2 e Paola Egonu in banda accanto a Lucia Bosetti. Scelta tecnica azzardata perché vede un po’ sacrificata la stella azzurra Egonu ma che ha dato ottimi frutti visto il risultato finale. Tale soluzione tattica potrebbe essere l’arma in più per i mondiali viste le condizioni fisiche non ottimali di Elena Pietrini e Miriam Sylla, che stanno dando poche garanzie e potrebbero compromettere il cammino verso la finale mondiale.

In regia confermata Malinov, ormai palleggiatrice titolare azzurra, centrali Cristina Chirichella e Anna Danesi e Monica De Gennaro libero. In pratica il sestetto titolare a eccezione della Ortolani che prende il posto di Sylla. Nonostante abbia giocato fuori ruolo la Egonu ha messo a segno ben 18 punti per e la Bosetti 10. 7 punti anche per Serena Ortolani e ben 9 per il capitano Chirichella che ha disputato una buonissima partita nonostante le critiche che ogni tanto le piovono addosso.

Nel primo set si è potuta osservare una certa parità tra le due squadre fino al punteggio di 10 a 10, dopo di che la Egonu inserisce la marcia e scava un solco decisivo verso la vittoria permettendo il successo per 25 a 20 con ben 5 punti di scarto contro le quotate avversarie. Nel secondo set decisiva è stata il capitano Chirichella, inarrestabile a muro, che ha messo in seria difficoltà le schiacciatrici cinesi demoralizzandole. 25-13 il punteggio finale e totale padronanza di campo di Egonu e compagne che non lasciano scampo alle intimorite avversarie. Terzo set che ha visto una super Egonu guidare le compagne verso la vittoria del match per un nuovo 25-13. Dominio totale azzurro e buone speranze per il Giappone.

Cina-Italia il tabellino

Cina – Italia 0-3 (20-25, 13-25, 13-25)

CINA: Duan 12, Gong 4, Yang 6, Liu 10, Diao, Hu 1. Libero: Lin. Sun, Wu 2, Gao, Meng. N.e: Liu All. An JiaJie

ITALIA: Malinov 6, Bosetti 10, Danesi 3, Ortolani 7, Egonu 18, Chirichella 9. Libero: De Gennaro. Cambi, Nwakalor. N.e: Lubian, Melandri, Guerra, Sylla, Parrocchiale. All. Mazzanti

Arbitri: Ryabtsov (Rus) e Michlic (Pol).

  •   
  •  
  •  
  •