Mondiali volley femminile. Ofelia Malinov: “Battere la Cina non era facile”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

Italia Volley – Foto Federazione Nazionale Pallavolo Facebook

Punteggio pieno per le azzurre di Mazzanti ai Mondiali volley femminile dove l’Italia riesce a superare anche la Cina per 3 a 1, in un incontro epico contro le campionesse olimpiche che escono un po’ ridimensionate dopo il match contro Chirichella e compagne.

Protagonista del match, come del resto di un po’ tutto il mondiale, è Ofelia Malinov, vero metronomo della squadra. La giovane palleggiatrice detta i tempi come un orologio svizzero e mette sempre le compagne in grado di battere nel modo migliore non lasciando scampo alle avversarie. La palleggiatrice azzurra spiega che non era facile sconfiggere le campionesse olimpiche, ma ora, con il trionfo, si potrà guardare in maniera più tranquilla alla seconda fase:

“Siamo felicissime perché non era facile, abbiamo fatto una partita fantastica, ci siamo divertite e questo ha fatto la differenza. La Cina ha giocato, abbiamo cambiato qualcosa in battuta e dopo abbiamo fatto uno scalino in più. Stasera era importante vincere in ottica seconda fase, abbiamo fatto una grandissima partita e dobbiamo portarcelo dietro per andare ancora più avanti“.

Vittoria importante quindi che può far star tranquilla la squadra e le fa capire le sue potenzialità. Dopo infatti le belle prestazioni contro Turchia e Cina le ragazze iniziano ad avere più fiducia in se stesse, e a credere di poter arrivare fino in fondo. La nazionale di Mazzanti sta dimostrando di non essere quella che ha partecipato alle ultime olimpiadi, e può fare veramente sognare i tifosi.

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, tutto pronto per il primo atto della finale scudetto

Mondiali volley femminile. Davide Mazzanti: “Vittoria importantissima”

Vittoria importantissime per Davide Mazzanti, che spiega come per le ragazze fosse importantissimo passare il turno per poter mettere il loro nome nella storia:

“Una vittoria importantissima perché era fondamentale andare alla seconda fase con questo successo. Le ragazze sono state bravissime, dal secondo set hanno incominciato a crescere, lasciandole libere abbiamo trovato continuità e più efficacia nel fare le cose. La Cina ci accende in modo particolare, all’inizio non eravamo pronte a giocare punto a punto e le abbiamo subite, poi abbiamo iniziato a spingere al servizio e da lì è arrivata la vittoria, la quinta consecutiva con loro e quindi un bel segnale per il prosieguo del Mondiale. A Osaka a punteggio pieno? Dovremo sfruttarlo, ora ci sono quattro partite fondamentali per entrare tra le prime sei del Mondo e abbiamo una grande occasione”.

Mondiali volley femminile: il capitano Chirichella sugli scudi

Contentissima della vittoria il capitano Cristina Chirichella, che vuole cancellare il brutto ricordo delle Olimpiadi:

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, tutto pronto per il primo atto della finale scudetto

“Siamo contente di questa vittoria, ancora una volta abbiamo dimostrato che ci siamo e anche quando siamo in difficoltà siamo sempre sul pezzo. L’avversario era ostico, le abbiamo messe in difficoltà e ci siamo meritate la vittoria. Tutta la squadra era carica, ci abbiamo messo tutte le energie che avevamo in corpo. Siamo contente perché abbiamo dimostrato una bella pallavolo e questo risultato ci infonde fiducia. Ora piedi per terra ma ci siamo, ci stiamo giocando il nostro Mondiale“.

Monica De Gennaro spiega come è stato molto importante prendere le giuste contromisure alla Cina in difesa, la mossa giusta del coach Mazzanti ha infatti reso possibile la vittoria:

 “Siamo partite un po’ contratte ma abbiamo subito visto che potevamo farcela, siamo cresciute nel muro-difesa e abbiamo portato a casa la partita. Abbiamo lavorato molto bene in battuta, tutta la squadra ha fatto un grande lavoro in difesa e in contrattacco. Il gruppo sta crescendo, questo è fondamentale per noi perché insieme possiamo fare tante cose“.

  •   
  •  
  •  
  •