Pallavolo Serie A1 femminile, Busto Arsizio-Cuneo: Alessia Orro suona la carica

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui


Periodo d’oro per Busto Arsizio e per la sua pallavolista di punta, l’alzatrice Alessia Orro, che pur non avendo partecipato al mondiale in Giappone ha passato l’Estate a prepararsi per questa nuova avventura, con lo scopo di riconquistare un posto in nazionale e vedersela alla pari con Ofelia Malinov, eroina azzurra dell’epopea giapponese, forse irraggiungibile ma comunque da seguire e cercare di superare come dovrebbe fare sempre un’atleta che ama questo sport.

Certo l’obiettivo di poter competere con Ofelia, specialmente dopo il bellissimo mondiale, potrebbe apparire arduo per una pallavolista che ha fatto vedere cose molto buone con Club Italia e con Busto Arsizio ma che in maglia azzurra non è apparsa mai determinante, complice probabilmente la molta emotività e la poca freddezza che spesso sono necessari per poter guidare gli schemi tecnico-tattici specialmente ad altissimi livelli come possono essere i mondiali.

Leggi anche:  VNL 2021, Lubian commenta il ko dell'Italia pallavolo femminile con la Cina

L’esperienza internazionale comunque la bella Alessia la ha, in quanto può contare al suo attivo una Olimpiade e un campionato europeo, certo non disputati ad alti livelli, ma comunque in grado di fare un bagaglio d’esperienza che potrebbe essere determinante. Da quando poi è sbarcata a Busto Arsizio la giovane palleggiatrice sarda ha iniziato a giocare una pallavolo migliore, sorretta da un pubblico che la ama a da compagne di squadra che hanno legato fin da subito con Alessia, facendola innamorare della squadra, della città, e del gioco che riesce a esprimere.

In questa stagione le farfalle lombarde hanno comunque iniziato alla grande, superando Bergamo e Monza e creando una sorta di strapotere regionale che le lancia alla sfida verso Novara e Conegliano, senza dubbio le due corazzate da battere per poter vincere lo scudetto. Entusiasmo alle stelle quindi per una cittadella che vive di pallavolo e che ha nella Orro la propria eroina. Contro Cuneo si aspetta la terza vittoria di fila, anche se le piemontesi, neopromosse in A1, sono un avversario tutt’altro che semplice da battere, e che ha saputo mettere in difficoltà squadre che militano da diverso tempo nella massima serie.

Leggi anche:  VNL 2021, Lubian commenta il ko dell'Italia pallavolo femminile con la Cina

Le avversarie preoccupano un po’ la Orro, che sta giocando da vera e propria leader, ma senza perdere il proprio mordente, in quanto, a detta della sarda, più le difficoltà sono grandi più la squadra tende a unirsi e a tirare fuori il carattere:

“Le prime due gare sono andate molto bene come dimostrano le nostre due vittorie, ottenute con carattere e spirito giusto. Nei momenti di difficoltà siamo sempre riuscite a risalire e ad aggredire le avversarie; spero che ciò accada anche a Cuneo. Domenica ci troveremo di fronte una neopromossa che non ci possiamo permettere di sottovalutare: dovremo stare molto attente e concentrate per l’intera partita e come sempre dare il massimo per ottenere punti”.

Niente paura quindi ma neanche rilassatezza estrema verso un’avversaria che se si abbassa la guardia può far male, cosa che certamente non vogliano Orro e compagne, che vogliono partire forti per mettere paura ai colossi della A1 e quest’anno provare a superarli in modo da potersi giocare una finale persa l’anno scorso per un soffio.

  •   
  •  
  •  
  •