Volley, Superlega: da oggi il via ai playoff: la presentazione dei quarti di finale

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui


Il campionato Superlega di volley entra finalmente nel vivo e terminata domenica scorsa la regular season, da oggi con l’anticipo tra Leo Azimut Shoes Modena-Revivre Axopower Milano, cominciano i playoff che decreteranno la squadra campione d’Italia 2018-19.
Andiamo a vedere la presentazione dei quattro match dei quarti di finale, che si giocheranno al meglio delle tre partite.

Modena-Milano: Senza dubbio questa serie sulla carta è la più equilibrata del primo turno della post season, le due squadre hanno terminato la stagione regolare al quarto e quinto posto con gli stessi punti (49) ma con gli emiliani avanti grazie alle 18 vittorie contro le 17 dei lombardi.

La squadra di Julio Velasco aveva cominciato la stagione vincendo la Supercoppa italiana e pensava fare un campionato di alto livello, cosa che invece non è avvenuta e oltretutto una serie di prestazioni opache nel girone di ritorno hanno fatto finire i gialloblu a 18 punti da Perugia, prima classificata. Dal canto suo Milano è andata ben oltre le aspettative con un girone di ritorno quasi perfetto che li ha visti vincere 11 match su 13 e rimontare in classifica i loro avversari odierni rischiando di soffiargli addirittura il quarto posto perso per un soffio. In questa seconda parte di stagione sono usciti fuori Abdel-Aziz, Clevenot, Cebulj, Sbertoli, che permettono al loro allenatore Andrea Giani, di pensare in grande.

I due scontri diretti in campionato si sono conclusi con due vittorie casalinghe per 3-0, all’andata ha vinto Modena e al ritorno invece Milano.

Perugia-Monza: Teoricamente questa serie è chiusa in partenza con i campioni d’Italia della Sir Safety Conad Perugia che hanno vinto la regular season con 67 punti dominando dalla prima all’ultima giornata e la Vero Volley Monza classificatasi all’ultimo posto utile per disputare i playoff (ottava con 39 punti).
Gli uomini di Lorenzo Bernardi che mercoledì prossimo ospiteranno i russi dello Zenit Kazan per l’andata della semifinale della Champions League, non dovranno perdere la concentrazione cercare di sprecare meno energie possibili contro una squadra che sulla carta è nettamente inferiore e che comunque non avrà niente da perdere.

Saranno soprattutto Leon, Atanasijevic e Lanza che dovranno far capire subito ai loro avversari chi è il più forte; i lombardi guidati da Fabio Soli proverà a giocarsi le sue poche possibilità con i suoi uomini migliori:  Dzavoronok, Plotnitskyi e Ghafour. Il morale non sarà dei migliori sconfitta, vista la sconfitta in finale di Challenge Cup contro il Belogorie Belgorod. Nei precedenti una vittoria per parte, con i lombardi che nella gara di andata ha espugnato a sorpresa il campo degli umbri per 3-2, che a loro volta si sono riscattati nel match di ritorno vincendo 3-0 in terra brianzola.

Trento-Padova: In questa serie Trento, classificatasi seconda con 66 punti, è la grande favorita ma la squadra di Angelo Lorenzetti dovrà stare attenta contro un avversario che ha finito la stagione in crescendo al settimo posto con 40 punti. I dolomitici sono con il morale a mille grazie alla conquista della Coppa Cev grazie alla doppia vittoria contro il Galatasaray che ha fatto il paio con la conquista del Mondiale per Club lo scorso dicembre; il sogno sarebbe fare il triplete e se Giannelli, Vettori, Kovacevic e Russell confermeranno l’ottimo momento di forma, nulla è precluso. Il tecnico dei veneti Valerio Baldovin punterà sui muri di Volpato e Polo e sugli attacchi di Louati. I trentini hanno vinto i due match di campionato, 3-1 in trasferta all’andata e 3-0 in casa al ritorno.

Civitanova-Verona: Marchigiani e veneti classificati rispettivamente terzi e sesti con 65 e 44 punti daranno vita ad un serie che sulla carta vede gli uomini di Fefè De Giorgi favoriti, ma dall’altra parte Nikola Grbic farà di tutto insieme ai suoi ragazzi per rendere difficile la vita agli avversari. Come Perugia, anche Civitanova mercoledì sarà impegnata nella semifinale di andata di Champions League dove incontrerà i polacchi del PGE Skra Belchatow, ma dovrà tenere alta la concentrazione per non incappare in brutte sorprese.

Serviranno ottime prestazioni soprattutto da parte di Juantorena, Bruninho, Simon, Sokolov e Leal per avere la meglio dei veneti, formazione sempre ostica da affrontare e che si giocherà le sue carte con i suoi giocatori di maggior classe come Kaziyskyi e Boyer. I marchigiani nei due match di campionato hanno vinto sia in trasferta (3-1) che in casa (3-2).

  •   
  •  
  •  
  •