Universiadi, a Napoli l’Italvolley vuole interrompere un lungo digiuno

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

Lontano dalle attenzioni che sta calamitando la Nations League, a Napoli cresce sempre di più l’attesa per la XXX edizione delle Universiadi che il capoluogo campano ospiterà dal 3 al 14 luglio. Tra le discipline più attese c’è sicuramente il volley che vedrà l’Italia schierare sia la formazione maschile che quella femminile, le quali andranno a caccia del quarto oro della propria storia, con l’obiettivo di interrompere un digiuno che dura da dieci anni. L’ultimo successo risale infatti al 2009 quando a Belgrado la nazionale femminile salì sul gradino più alto del podio, bissando così l’oro conquistato nel 1991 a Sheffield. Per trovare l’unico successo maschile bisogna invece tornare a Torino 1970.

Le Universiadi sono una manifestazione molto complessa e diversa da tutte le altre perché i team, anche quelli con maggiore storia e tradizione, svelano sempre all’ultimo la composizione dei propri roster – sottolinea il ct della nazionale maschile Gianluca Graziosi –. L’Italia, per il suo blasone e per il fatto di giocare in casa, si presenterà a Napoli in gran parte con la squadra che ha vinto gli ultimi Giochi del Mediterraneo, quindi con un gruppo già collaudato e di assoluto livello. Affronteremo già nel girone di qualificazione nazionali del calibro di Argentina e Giappone, e questo ci darà subito il polso della situazione”.

Rispetto ai colleghi maschi, le azzurre avranno addosso una pressione ancora maggiore visto che si presenteranno ai nastri di partenza con tante protagoniste del campionato di A1, tra cui anche due vicecampionesse del mondo.
“Non ci sottraiamo alle nostre responsabilità – mette subito in chiaro il ct Marco Paglialunga –. Siamo l’Italia e rappresentiamo un grande movimento, ragion per cui scenderemo in campo con una squadra molto competitiva. Affronteremo già nel girone di qualificazione gli Stati Uniti che, assieme a Cina, Brasile e Russia, reputo tra le favorite al successo finale”.

I 12 azzurri di Gianluca Graziosi
Palleggiatori: Nicola Salsi, Riccardo Sbertoli
Centrali: Gianluca Galassi, Alberto Polo, Fabio Ricci
Schiacciatori: Sebastiano Milan, Marco Pierotti, Giacomo Raffaelli, Paolo Zonca
Opposti: Andrea Argenta, Yuri Romanò
Libero: Alessandro Piccinelli

Leggi anche:  Pallavolo femminile A1, Davide Mazzanti incontrerà domani il suo passato

Torneo maschile
Pool A:
 Cile, Hong Kong, Repubblica Ceca, Taipei Cinese, Ucraina
Pool B: Cina, Corea del Sud, Portogallo, Russia, Stati Uniti
Pool C: Brasile, Canada, Francia, Iran, Polonia
Pool D: Argentina, Giappone, Italia, Messico, Svizzera

Le 12 azzurre di Marco Paglialunga
Palleggiatrici: Francesca Bosio, Carlotta Cambi
Centrali: Beatrice Berti, Alexandra Botezat, Beatrice Molinaro
Schiacciatrici: Giulia Angelina, Elena Perinelli, Francesca Villani
Opposte: 
Anna Nicoletti, Sylvia Nwakalor
Liberi: Chiara De Bortoli, Francesca Napodano

Torneo femminile
Pool A: 
Canada, Messico, Russia, Thailandia
Pool B: Brasile, Cina, Germania, Ucraina
Pool C: Argentina, Repubblica Ceca, Taipei Cinese, Ungheria
Pool D: Giappone, Italia, Stati Uniti, Svizzera

  •   
  •  
  •  
  •