La Lega volley femminile chiede aiuto economico al governo

Pubblicato il autore: Raffaele Mileo Segui

L’Assemblea della Lega Volley A femminile tenutasi ieri in video conferenza dopo aver valutato nuovamente gli effetti economici della pandemia da COVID-19 sul movimento rosa di vertice ha dato pieno mandato al Presidente ed al CdA a confrontarsi con tutte le istituzioni pubbliche- FIVB, CEV e FIPAV- per ottenere i dovuti sostegni economici in modo da garantire il mantenimento del maggior numero possibile di Club di Serie A femminile nella prossima stagione sportiva 2020-2021; chiedere nello specifico al Governo ed al Parlamento lo sgavio fiscale attraverso un emendamento al testo in conversione in legge del DPCM per estendere il beneficio dell’articolo 1 ( Misure temporanee per il sostegno alla liquidità delle imprese ) del decreto legge 8 aprile 2020 n°23 anche alle Federazioni, Enti di promozione e associazioni dilettantistiche; adoperarsi per avviare un confronto con la Federazione attraverso il quale individuare la definizione immediata e certa degli sgravi economici  per mezzo della riduzione, fino alla eventuale cancellazione, dei costi di affiliazione, di tesseramento degli atleti e tecnici delle tasse gara; sostenere la richiesta sottoposta alla CEV in merito alla partecipazione alle prossime Coppe Europee; chiedere infine alla FIVB che i transfer siano resi disponibili dal 1° luglio 2020 per l’inizio della stagione 2020-21. L’Assemblea ha poi approvato il Regolamento di Ammissione ai Campionati, dopo aver analizzato e votato tutte le proposte di modifica. Il Regolamento ora dovrà essere ratificato dal Consiglio Federale della FIPAV.
Successivamente, l’Assemblea ha valutato le ipotesi di ripresa della attività sportiva, condividendo la necessità di anticipare l’inizio della prossima stagione con formule innovative e di impatto che coinvolgano tutte le Società di Serie A e precedano di qualche settimana l’avvio del Campionato. La Commissione Planning, i cui membri sono stati confermati rispetto alla stagione 2019-20, a tal proposito si riunirà nei prossimi giorni per cominciare a lavorare su programma della annata sportiva 2020-21, anche alla luce del calendario internazionale. In vista dell’Assemblea elettiva, fissata per lunedì 8 giugno, sono stati inoltre precisati i termini di presentazione delle candidature per il ruolo di Presidente-entro 30 giorni dalla data fissta per le elezioni- e per la nomina a membro del Consiglio di Amministrazione-entro 15 giorni dalla stessa.Infine l’Assemblea ha preso atto della rottura unilaterale dei procuratori nella trattativa sugli stipendi dei tesserati 2019-20, dichiarando però al contempo la propria disponibilità a sedersi al tavolo nell’ipotesi che ci sia l’apertura a un’ulteriore discussione da parte della Associazione Procuratori.
( Fonte Comunicato Stampa )

  •   
  •  
  •  
  •