Allianz Powervolley: finale di andata di CEV Challenge Cup per Milano contro lo Ziraat Bankasi Ankara

Pubblicato il autore: Raffaele Mileo Segui


Castellanza – L’ Allianz Powervolley Milano domani alle ore 19.00 scende in campo all’Allianz Cloud di Milano per la gara di andata valida per la finale di CEV Challenge Cup contro lo Ziraat Bankasi Ankara guidato in panchina dall’italiano Medei.
Storica finale per il club del presidente Lucio Fusaro che lo scorso anno ha solo assaporato visto lo stop alle competizioni causa COVID.
La formazione meneghina a guida Roberto Piazza dopo aver sconfitto in semifinale lo Halkbank Ankara trova in semifinale un’altra squadra turca che ha chiuso al primo posto il campionato di appartenenza e che vede sulla panchina l’italiano Giampaolo Medei. Non sarà una finale facile da disputare per Piano e compagni che, però con emozione ed adrenalina, sono decisi a scrivere il primo pezzo di storia del club conquistando il trofeo da regalare alla società ed alla città di Milano.
Le qualità tecniche non mancano, così come quelle fisiche ai bombardieri meneghini che magistralmente guidati in regia da Riccardo Sbertoli insieme alla genuinità di un campione quale il capitano e simbolo della Powervolley Matteo Piano possono concorrere alla vittoria contro la squadra turca.
A guidare il gruppo in panchina ci sarà Roberto Piazza tecnico dei meneghini e primo condottiero che così parla alla vigilia della finale di andata: ” Siamo in finale di Challenge Cup e già questo è straordinario, prepariamola, godiamocela e viviamola nel migliore dei modi. Sarà una finale complicatissima, anche perché la gara di ritorno con eventuale golden set sarà in casa turca. Questa finale che ci siamo conquistati è la manifestazione che stiamo giocando bene; inutile dire che abbiamo il 50% di possibile di portare a casa un titolo in un anno così complicato: Sarebbe il giusto premio per i sacrifici e per il gruppo“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Volley Champions League, parte la stagione europea dei Block Devils