Volley, Lube saluta la Champions League: impresa sfiorata


Si ferma al Golden set contro l'Halkbank Ankara la Champions League della Cucine Lube Civitanova. La giovane formazione marchigiana paga i troppi errori commessi e saluta per la terza volta consecutiva la competizione in maniera anticipata. Yant, Nikolov e Bottolo dimostrano di non essere ancora pronti per i grandi palcoscenici, mentre Luciano De Cecco e Ivan Zaytsev hanno tenuto in piedi la squadra per tutti i cinque set. Ecco di seguito il racconto del match e il tabellino.

Il racconto della partita tra Civitanova e Ankara

Halkbank Ankara batte la Lube e vola in semifinale di Champions League dove affronterà Jasztrebski. Dall’altra parte del tabellone Perugia batte Berlino e affronterà la vincente di Trento-Zaksa. Ecco il racconto della partita tra Ankara e Civitanova:

La Lube sale in cattedra (9-4) e resta avanti con gli attaccanti (21-17). L’Halkbank non molla e si rianima trovando l’aggancio dopo il tocco di Nimir e l’attacco out di Bottolo (21-21). Il pallone è rovente, o Zar (9 punti a fine set come Yant) alterna due magie a un servizio errato (23-23), ma si fa perdonare per il 24-23. L’Halkbank neutralizza tre palle set e mette il naso avanti sull’attacco out dei biancorossi (26-27). La Lube sfrutta l’errore turco e abbatte Jaeschke con l’ace di Yant (28-27). Nimir annulla due palloni del set (29-29), ma Civitanova passa alla sesta palla utile dopo il pasticcio degli ospiti e la stoccata di Chinenyeze (31-29).

Ritmi vertiginosi anche nel secondo set. Sul punteggio di 8-8 entra Nikolov per Bottolo. Il bulgaro toglie la sicura al suo bicipite dai nove metri, Balaso copre a dovere e la Lube va sul 12-10 con Zaytsev. Sul 15-14 il Video Check dà ragione ai marchigiani su un’azione confusa, mentre l’attacco di Nikolov vale il +3 (17-14). In un modo o nell’altro il sestetto di Atik riesce sempre a rimanere a contatto e trova l’aggancio su un attacco out di Civitanova (18-18). Il bolide dello Zar e due errori dei turchi fanno esplodere il palas (21-18). Sul 22-20 il primo tempo di Chinenyeze e il muro biancorosso e l’ace del nuovo entrato Garcia (25-20) portano la gara sul 2-0 con il 57% in attacco contro 43% turco.

Nel terzo atto Nikolov resta in campo. Si lotta su ogni pallone, con la squadra ospite che cerca la polemica sotto rete e trova il doppio vantaggio con Matic e Ma’a (12-14). Un’invasione aerea e un’azione confusa fanno scivolare la Lube a -4 (14-18). L’abbraccio dell’Eurosuole Forum ricarica i campioni d’Italia (17-19). Sul ‘rigore’ del 19-20 targato Nikolov il primo arbitro sventola un giallo verso la panchina turca dopo l’ennesima protesta. Sul più bello la Lube stecca al servizio, mentre Matic pesca l’ace (20-23). Sul 21-24 De Cecco a muro e Yant in attacco allungano il set, ma Ankara chiude con un mani out (23-25) nonostante la maggiore efficacia della Lube in attacco (70%) e a muro (2-0).

Inizio choc nel quarto set con l’Halkbank insidioso al servizio, reattivo in difesa e letale in contrattacco con Nimir (7-12). I tifosi chiedono ai padroni di casa di non mollare e Civitanova piazza un filotto di 8 punti: in evidenza 2 block di Nikolov intervallati da due stoccate dello Zar prima dell’errore ospite, e un muro a uno di Chinenyeze (15-12). L’Eurosuole Forum diventa ufficialmente una bolgia nel finale di set, ma gli uomini di Atik non perdono la grinta (16-15). Zaytsev (9 punti nel set) attacca il possibile e l’impossibile (18-15). L’intuizione di De Cecco e l’infrazione ospite fruttano due punti fondamentali (20-16). Finale travolgente con Nikolov che porta la Lube sul 24-19 e Zaytsev che chiude 25-20.

Nel golden set, si gioca sul filo dei nervi con Civitanova che rimonta due punti di svantaggio, ma spreca il servizio che manda l’Halkbank avanti al cambio di campo (7-8). Zaytsev riceve e schiaccia (9-9). L’ingresso di D’Amico tiene a galla la Lube con il contrattacco dello Zar (11-11). In volata Ankara mette a segno i punti della qualificazione (12-15). Golden set fatale come due anni fa in Polonia.

Il tabellino del match

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Garcia Fernandez 1, D'Amico, Balaso (L), Zaytsev 32, Chinenyeze 7, Nikolov 15, Diamantini, Ambrose (L), De Cecco 2, Anzani 5, Bottolo 4, Yant Herrera 20. N.E. Sottile, Gottardo. All. Blengini.
HALKBANK ANKARA: Eksi 0, Ivgen (L), Matic 11, Jaeschke 20, Done (L), Gulmezoglu, Ma'a 3, Abdel-Aziz 26, Ulu 3, Tayaz 5, Bruno 2. N.E. Dogruluk, Coskun. All. Atik.
PARZIALI: 31-29 (38’), 25-20 (29’), 23-25 (32’) 25 -20 (30‘).
GOLDEN SET: 12-15 (17’).
DURATA TOTALE: 2h 26’