Intervista esclusiva a Wanny Di Filippo: "Contento per l'inizio di stagione di Firenze. Velasco in azzurro farà bene con il rientro delle big"

Abbiamo avuto il piacere di intervistare il patron de Il Bisonte Firenze Wanny Di Filippo che ha voluto commentare la prima parte di stagione. Per un amante del volley come lui capace di regalare alla città toscana Palazzo Wanny, bellissima struttura utilizzata anche per altri sport, la chiamata di Velasco in azzurro potrà regalare grandi soddisfazioni.

Wanny Di Filippo con Julio Velasco. Foto di Maurizio Anatrini

La redazione ha avuto il piacere di intervistare il patron de Il Bisonte Firenze Wanny Di Filippo che ha analizzato la prima parte di stagione delle toscane nel campionato di volley femminile serie A1. Ha commentato anche il cambio sulla panchina azzurra dove è arrivato il suo amico Velasco.

Buon giorno Wanny, partirei chiedendole dell'ottimo successo di domenica di Firenze contro Busto Arsizio.

Nell'ultimo turno in casa è arrivata proprio una vittoria che ci voleva. Il campionato italiano è molto difficile e non ci sono mai partite facili. Aver vinto contro la squadra di Velasco non è male. Noi siamo molto amici, alla fine della partita ci siamo abbracciati e gli ho detto che per questa volta abbiamo vinto noi.

A proposito di Velasco, cosa ne pensa della sua chiamata in Nazionale?

Penso che lui sia davvero l'unico che possa far bene, adesso vediamo a giugno come ci comporteremo. Velasco è la storia della pallavolo e sono sicuro farà bene, anche perchè credo proprio rientreranno le big come Egonu e De Gennaro. Pensando alla vicenda Mazzanti, credo che un allenatore non possa privarsi in ogni caso di giocatrici di quel livello.

Come vede la lotta in testa alla classifica? C'è chi può impensierire Conegliano?

Conegliano, Milano, Scandicci sono in pole position ma battere le pantere è davvero difficile. Abbiamo visto come anche Scandicci nonostante stia facendo molto bene quando si è trattato di incontrare la squadra di Santarelli ha dimostrato di temere troppo l'avversario. Conegliano è una società molto ben strutturata anche dal punto di vista societario ed economico. Loro sono squadre che, rispetto a noi, hanno 4 o 5 volte il budget di spesa superiore.

Soddisfatto per l'inizio di Firenze?

Sì, sono molto soddisfatto, siamo al momento tra le prime otto. Speriamo di qualificarci per la Coppa Italia. Puntiamo ai playoff. Sabato affronteremo una partita molto dura contro Novara, ci auguriamo di fare bene.

Lei ha fatto un grande regalo a Firenze e al volley donando Palazzo Wanny. Quali sono le sue emozioni?

Sono molto contento. Quando ho venduto l'azienda ho pensato di regalare Palazzo Wanny alla città di Firenze, anche perchè il Mandela Forum aveva dei problemi di struttura. Ora siamo il punto di riferimento per le attività e gli eventi sportivi della città. Abbiamo ospitato anche l'Open di Firenze nel tennis ed è andata benissimo. C'è grande soddisfazione.

Il ritorno di Egonu dà ulteriore lustro al nostro campionato?

Questo è sicuro, lei è tra le più forti al mondo. Quello italiano insieme a quello turco è il campionato più prestigioso. Il fatto che molte giocatrici di grande livello decidano di voler giocare da noi la dice lunga.