Daniel Carter, leggenda del Rugby annuncia il suo ritiro dagli Auckland Blues

Pubblicato il autore: Tritini Emanuela Segui


Il cinque-ottavo Daniel Carter, vincitore della Coppa del Mondo All Blacks, capo cannoniere del rugby internazionale con 1598 punti, si è ritirato dallo sport all’età di 38 anni, dicendo addio agli Auckland Blues.

La carriera di Daniel Carter, dai suoi esordi fino ai suoi ultimi successi

Daniel Carter (Christchurch, 5 marzo 1982) è un rugbista a 15 neozelandese, dal 2020 diventa mediano d’apertura del franchise dei Blues di Auckland. È stato poi in nazionale negli All Blacks fino alla fine della Coppa del mondo di rugby nel 2015, detiene dal luglio 2011 il record assoluto di punti marcati a livello internazionale (1598), quarto giocatore per l’esattezza nella storia del rugby ad aver raggiunto la metà dei 1000 punti nel test match dopo Neil Jenkins, Diego Dominguez e Jonny Wilkinson. Nel 2018 è stato considerato il miglior marcatore del Rugby Championship con 554 punti sia del Super Rugby con 1706 punti in 141 incontri .Vanta la vittoria nelle Coppe del Mondo del 2011 e del 2015 con gli All Blacks, benché nella Coppa del Mondo del 2011 abbia fatto solo con due incontri, abbandonò il torneo a causa di un’infortunio. In tre occasioni, inoltre, nel 2005, 2012 e 2015, fu nominato miglior giocatore World Rugby dell’anno.

Daniel Carter Militò per 14 stagioni nella provincia di Canterbury e per 13 stagioni nel franchise dei Crusaders in Super Rugby, competizione vinta tre volte, con un primo intermezzo in Francia al Perpignano tra il 2008 e il 2009; l’inizio del secondo periodo francese, un triennio al Racing 92, coincise con la fine della carriera internazionale di Carter dopo la vittoria nella Coppa del Mondo di rugby 2015. Dopo due anni in Giappone al Kōbe Steelers è tornato in Nuova Zelanda nel franchise di Super Rugby dei Blues di Auckland. È tornato in Nuova Zelanda l’anno scorso con gli  Blues di Auckland,  suo ultimo club prima del ritiro annunciato il 20 febbraio del 2021.

Daniel Carter, il mediano di apertura a 38 anni dice addio alla squadra degli Auckland Blues

Daniel Carter , dopo il suo addio agli Auckland Blues ha preso in seria considerazione il fatto di diventare allenatore , ma sarebbe un lavoro a tempo pieno come lui ha dichiarato ,  in questo momento dice vorrebbe passare più tempo con la sua famiglia e aiutare la moglie nella crescita dei figli , buttando l’occhio su qualcosa di meno impegnativo e di più flessibile, sta lavorando per questo sia all’estero che in Nuova zelanda , staremo a vedere. 

In un post su Instagram “Dan” Carter ha dichiarato :

“Ci ho pensato in così tante occasioni, ma oggi è il giorno e sono molto grato di poterlo fare alle mie condizioni. Mi ritiro ufficialmente dal rugby professionistico.

“Uno sport che ho praticato per 32 anni che mi ha aiutato a plasmarmi nella persona che sono oggi. Non posso ringraziare abbastanza tutti coloro che hanno avuto un ruolo nel mio viaggio – dai miei compagni di squadra, avversari, squadre di coaching e gestione, sponsor e in particolare voi, i tifosi.

“Una menzione speciale ai miei amici e familiari che mi hanno supportato e guidato attraverso la mia carriera. Mamma e papà, grazie per tutto quello che avete sacrificato per me. Dan Carter ha aiutato la Nuova Zelanda a vincere i Mondiali 2011 e 2015 “Mia moglie Honor per essere la mia roccia e avermi permesso di realizzare i miei sogni mentre cresce la nostra bellissima famiglia – non posso ringraziarti abbastanza. “Sono entusiasta del mio prossimo capitolo della vita e di come sarà. Per ora, sono triste di andarmene dal giocare, ma il tempismo è giusto. Il rugby farà sempre parte della mia vita. Grazie

  •   
  •  
  •  
  •